iscrizionenewslettergif
Esteri

Trovata la vera madre della piccola Maria

Di Redazione25 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Si tratta di una bulgara di 35 anni. Intanto continuano le indagini sul rapimento

ATENE, Grecia — La piccola Maria, la bimba di 5 anni trovata in un campo nomadi della Grecia centrale, sarebbe di origini bulgare. Secondo la polizia greca, la madre sarebbe Sasha Ruseva, 35 anni, bulgara.

Nel frattempo, attraverso il test del dna, è stato individuato anche il padre, Atanas Roussev. I genitori sono entrambi rom bulgari. Lo ha reso noto il ministeri degli Interni della Bulgaria. Il ministro Vetlozar Lazarov ha detto che Sasha Russeva e Atanas Russev, due rom che risiedono nella città di Nikolaevo, nel sud della Bulgaria, sono i genitori biologici della piccola Maria.

Sasha Russeva con un'altra delle sue figlie

Sasha Russeva con un’altra delle sue figlie

“Lo confermano i test del loro Dna”, ha affermato Lazarov a Sofia. “Si lavora di concerto con la polizia greca, su istruzioni della procura di Sofia che ha preso in mano il caso”, ha aggiunto. Nei confronti dei Russev è stata aperta in Bulgaria un’istruttoria per il reato di abbandono o vendita di neonato o minorenne.

Maria, ricorderete, non era risultata essere la figlia biologica dei due rom che la trattenevano insieme ad altri 14 ragazzini vicino a Farsala. Dopo l’arresto dei due per rapimento, era stata diffusa a livello internazionale la richiesta di identificazione della bimba.

La piccola non risulta sulla lista dei 610 bambini scomparsi in possesso dell’Interpol e ciò è stato confermato dai riscontri compiuti dopo l’esame del suo Dna. Lo ha dichiarato oggi, parlando alla Tv privata Skai, un portavoce della polizia greca.

La bambina non figura tra quelli di cui è stata denunciata la scomparsa. Il fatto induce gli inquirenti a ritenere che Maria sia finita nel campo rom in seguito ad un’operazione di polizia condotta per stroncare un traffico di minori provenienti dalla vicina Bulgaria che si protraeva dal 2008.

In altre parole, le forze dell’ordine avrebbero sgominato la banda che trafficava i bambini prima che Maria potesse raggiungere la coppia “acquirente” alla quale era destinata.

Scandalo intercettazioni Nsa: spiata anche l’Italia

National security agencyROMA -- "La Nsa americana porta avanti molte attività spionistiche anche sui governi europei, incluso ...

Australia, incendi causati da esercitazione militare

Incendi in AustraliaSYDNEY, Australia -- E' stata un'esercitazione militare a provocare i terribili incendi che stanno divorando ...