iscrizionenewslettergif
Politica

Compravendita di senatori: Berlusconi e Lavitola a giudizio

Di Redazione24 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Compravendita di senatori: Berlusconi e Lavitola a giudizio
Valter Lavitola e Silvio Berlusconi

NAPOLI — Il giudice per l’udienza preliminare Amelia Primavera ha rinviato a giudizio Silvio Berlusconi e Valter Lavitola per la vicenda della compravendita di senatori.

Nel processo sono imputati Silvio Berlusconi, Valter Lavitola e il senatore Sergio De Gregorio per la presunta compravendita di parlamentari che nel 2008 provocò la caduta del governo guidato da Romano Prodi.

L’accusa sarà rappresentata dai pubblici ministeri Henry John Woodcock e Alessandro Milita, titolari dell’inchiesta assieme ai colleghi Vincenzo Piscitelli e Maurizio Vanorio. De Gregorio ha chiesto il patteggiamento della pena.

Come difensore di Berlusconi era presente al momento l’avvocato Michele Cerabona, che lo assiste assieme a Niccolò Ghedini.

Davanti al Tribunale è assiepata una folla di fotografi e cameraman. Agenti di polizia hanno impedito l’ingresso di cronisti e curiosi nell’aula 213, in cui si tiene l’udienza che, per legge, è a porte chiuse.

Bindi eletta all’antimafia: il Pdl contesta

Rosy BindiROMA -- Con un blitz contestatissimo, Rosy Bindi è stata eletta presidente della commissione parlamentare ...

Datagate, Stucchi: i nostri servizi non sono coinvolti

Giacomo StucchiROMA -- Il presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir), senatore Giacomo ...