iscrizionenewslettergif
Politica

L’ex ministro Terzi: più Europa di Stati eguali

Di Redazione21 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L’ex ministro Terzi: più Europa di Stati eguali
L'ex ministro degli Esteri Giulio Terzi

BERGAMO — Ecco il messaggio che l’ex ministro degli Esteri, il bergamasco Giulio Terzi ha rivolto alla platea di Fratelli d’Italia, riuniti sabato a Bergamo per gli stati generali del partito.

“Rivolgo il mio più cordiale saluto ai partecipanti agli Stati Generali dei Fratelli d’Italia. Mi spiace davvero non essere qui con voi per impegni che mi trattengono a Roma.

Avrei voluto esserci. Anzitutto perchè da bergamasco avrei tenuto a unire la mia voce a quanti si impegnano, in una situazione così problematica per l’economia italiana sul piano interno e internazionale, a dare risposte precise all’emergenza che è davanti agli occhi di tutti. Una vera emergenza, per i giovani, per i disoccupati, per gli imprenditori grandi e piccoli, per gli artigiani e moltissimi professionisti che stanno pagando un prezzo troppo alto.

Bergamo non è solo una città e una provincia lombarda. Bergamo è il luogo di eccellenza della ricerca, dell’università e della scuola, dell’imprenditoria del nostro Paese. Allo stesso tempo Bergamo, lasciatemelo dire senza alcun eccessivo orgoglio di cittadino, è la citta che può vantare una tradizione radicata nei valori della religione, della cultura nazionale, dell’Unità del nostro Paese, dell’affermazione di un buon governo in diverse realtà locali. Non è quindi casuale la convocazione di questi Stati Generali.

Credo che sia assolutamente necessario impegnarci per rifondare e lanciare una grande area di Centro Destra che raccolga persone già impegnate e altre non ancora entrate nella azione politica che si riconoscano in valori che sono, e lo ripeto, connaturati alla tradizione, al senso etico, all’istinto di coesione, di solidarietà e di impresa che guida i bergamaschi e le loro famiglie.

I Fratelli d’Italia hanno il merito di aver promosso e avviato il percorso dell’Officina per l’Italia e di continuare a esserne forza traente: con spirito di grande apertura verso le diverse componenti che nel nostro Paese si riconoscono nel mondo della Destra e del Centro Destra; personalità di formazione e di ispirazione cattolica, laica, liberale,unite da comuni valori identitari e da una visione sul futuro degli Italiani, nel nostro Paese e nel Mondo.

Le linee concrete proposte dall’Officina saranno discusse presto con tutti voi. Per parte mia sono convinto che occorra una profonda rivoluzione etica nella politica del nostro Paese, con tolleranza zero verso i corrotti e i corruttibili;con una politica economica fatta di rifome incisive, e non di maquillage come la Legge di Stabilità; una politica che smantelli lobbies vecchie e voraci del denaro pubblico; con una consapevolezza che vogliamo più Europa; ma più Europa di Paesi uguali nei loro diritti e nelle loro sovranità, con riforme dei Trattati e dei comportamenti che, vi assicuro, moltissimi vogliono anche negli altri principali Paesi, e che quindi non è impossibile ottenere.

Di tutto questo mi riprometto di parlarvi in prossimi incontri, che l’Officina per l’Italia, alla quale ho il piacere di contribuire, sono certo organizzerà a Bergamo”.

Giulio Terzi di Sant’Agata

Monti attacca: governo succube del Pdl

Mario MontiROMA -- Mario Monti ha attaccato il governo di Enrico Letta definendolo "succube del Pdl". ...

Brunetta: inaccettabili 30 miliardi di tasse sulla casa

Renato BrunettaROMA -- "Con Monti l'Imu, comprensiva dell'extragettito comunale, ammontava a 24 miliardi di euro. Nel ...