iscrizionenewslettergif
Bergamo

Atalanta, striscione ultras fuori dalla curva Sud

Di Redazione21 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

I tifosi contro la discriminazione territoriale e il tentativo di impedire loro di seguire la squadra fuori provincia

Atalanta, striscione ultras fuori dalla curva Sud
Lo striscione esposto dagli ultras dell'Atalanta questo pomeriggio fuori dalla curva Sud

BERGAMO — “Noi tifiamo i nostri colori, né razzisti né falsi moralisti”. E’ quanto recita lo striscione appeso questo pomeriggio dai tifosi dell’Atalanta sulla recinzione della curva Sud dello stadio di Bergamo.

Il riferimento è alla questione della discriminazione territoriale. Ieri, prima della sfida contro la Lazio, i tifosi dell’Atalanta avevano diffuso un comunicato eloquente: “Ci vorrebbero tutti in silenzio, non dei tifosi ma dei clienti. Diventa quindi necessario cancellare tutti i comportamenti autentici e passionali”. Secondo gli atalantini, la vicenda della chiusura di San Siro è figlia della stessa logica.

“La discriminazione territoriale non è certamente sbocciata nelle curve. I sapientoni e i custodi della morale vorrebbero dirci che la rivalità tra i comuni, tra Bergamo e Brescia, tra Roma e Milano, tra Nord e Sud, non è mai esistita?” si legge nel comunicato.

Gli ultras sostengono che “la vera discriminazione territoriale sarebbe il divieto di acquistare un biglietto e la possibilità di viaggiare al seguito della propria squadra solo perchè residenti in una provincia diversa”. Dopo aver ribadito come la questione del razzismo sia utilizzata solo quando fa comodo, concludono annunciando: “Noi non ci stiamo e ci metteremo di traverso finché avremo la forza di farlo. Liberi di tifare, liberi di viaggiare”.

Mercoledì il Cai compie 150 anni

Una splendida immagine delle AlpiBERGAMO -- E' una delle istituzioni più solide e longeve del nostro paese. Mercoledì 23 ...

Ubi Banca: successo per la vendita di obbligazioni

Ubi BancaBERGAMO -- Si è chiuso con successo il lancio di un'emissione obbligazionaria da 750 milioni ...