iscrizionenewslettergif
Economia

Svizzera, addio ai conti segreti

Di Redazione18 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Svizzera, addio ai conti segreti
Addio ai conti segreti nelle banche svizzere

BERNA, Svizzera — Dal primo novembre prossimo cambia il segreto bancario svizzero. Entrerà infatti in vigore la legge che obbliga gli istituti di credito elvetici a fornire i dati sui loro correntisti esteri alle autorità straniere che ne faranno domanda.

In pratica chi ha oggi i risparmi oltrefrontiera non sarà più protetto dall’impenetrabile ombrello della privacy bancaria. Sembra la fine di un’epoca, alla quale la Svizzera è arrivata sotto l’incalzare della comunità internazionale e dagli Stati sempre più a caccia di “tesori nascosti” per assestare le loro finanze.

La decisione, che chiude un’epoca, è stata presa dal Consiglio federale svizzero il 9 ottobre . “La revisione parziale della legge sul riciclaggio di denaro che conferisce all’ufficio Mros (l’autorità antiriciclaggio) la competenza di comunicare a partner stranieri numeri di conti bancari, entrerà in vigore il primo novembre”.

“La Svizzera invierà sotto forma di rapporto: numeri di conto, informazioni su transazioni di capitali o saldi di conti attualmente coperti dal segreto bancario o d’ufficio. Non saranno forniti dati se questi comprometteranno l’interesse nazionale o l’ordine pubblico”.

Carlo Scotti-Foglieni

Ribolla presidente di Confindustria Lombardia

Il nuovo presidente di Confindustria Lombardia, Alberto RibollaMILANO -- E' il varesino Alberto Ribolla il nuovo presidente di Confindustria Lombardia. Ribolla è ...

Quindici banche italiane sotto la lente della Bce

La BceROMA -- Dal primo novembre prossimo i bilanci della banche europee e di 15 banche ...