iscrizionenewslettergif
Poesie

“Il poeta” di Umberto Saba

Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
“Il poeta” di Umberto Saba
Saba

Il poeta ha le sue giornate
contate,
come tutti gli uomini;ma quanto,
quanto variate!
L’ore del giorno e le quattro stagioni,
un po’ meno di sole o più di vento,
sono lo svago e l’accompagnamento
sempre diverso per le sue passioni
sempre le stesse;ed il tempo che fa
quando si leva, è il grande avvenimento
del giorno, la sua gioia appena desto.
Sovra ogni aspetto lo rallegra questo
d’avverse luci, le belle giornate
movimentate
come la folla in una lunga istoria,
dove azzurro e tempesta poco dura,
e si alternano messi di sventura
e di vittoria.
Con un rosso di sera fa ritorno,
e con le nubi cangia di colore
la sua felicità,
se non cangia il suo cuore.
Il poeta ha le sue giornate
contate,
come tutti gli uomini;ma quanto,
quanto beate!

“La terra e la morte” di Cesare Pavese

Terra rossa terra nera, tu vieni dal mare, dal verde riarso, dove sono parole antiche e fatica sanguigna e gerani ...

“Nel buio degli alberi” di Gianmario Villalta

PoesiaSi diceva che una festa era stare così, con le braccia vicine, tutto il mangiare nei ...