iscrizionenewslettergif
Giacomo Stucchi

Letta e Alfano giocano col fuoco

Di Giacomo Stucchi14 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Cancellare il reato di immigrazione clandestina è un errore: è previsto in molti paesi occidentali

Letta e Alfano giocano col fuoco
Angelino Alfano e Enrico Letta

E’ davvero stupefacente come Pd e Pdl in nome della cosiddetta stabilità politica, che è un valore solo se serve a venire incontro alle esigenze dei cittadini, riescano a tornare indietro sulle loro storiche posizioni pur di rimanere nella stanza dei bottoni.

La sequenza dei fatti fornisce, se non una prova, quanto meno un’indicazione di come le larghe intese intendano andare avanti. Per non venire meno alla promessa fatta al Pdl i democratici ritirano l’emendamento che avrebbe dovuto reintrodurre la prima rata dell’Imu sulla prima casa, loro ‘cavallo di battaglia’, per alcune specifiche rendite catastali.

Per non essere da meno il Pdl, a sua volta, non alza le barricate contro l’emendamento che cancella il reato di clandestinità, approvato in Commissione Giustizia del Senato da una maggioranza Pd-Sel-M5s.

Non stupisce l’accelerazione impressa dalla sinistra, che da sempre vuole aprire le porte di casa a immigrati da ogni dove e che vede nell’immane tragedia di Lampedusa il momento adatto per farlo, ma per il Pdl significa sconfessare anni di positiva esperienza governativa per la salvaguardia del diritto alla sicurezza dei cittadini. Oltretutto in un momento in cui proprio dalla Libia, principale punto di partenza dei barconi, arrivano notizie molto preoccupanti.

Cancellare il reato di immigrazione clandestina è un errore del quale si sono subito accorti anche Grillo e Casaleggio, che difatti hanno smentito i loro senatori riconoscendo peraltro come il suddetto reato sia previsto in molti Paesi occidentali.

Vedremo se in Aula l’atteggiamento del Pdl cambierà. Ma temiamo che il “do ut des”, ovvero continue concessioni reciproche, sia il sistema con il quale i due principali partiti di maggioranza intendono tenere in vita il governo. Un’ opposizione parlamentare seria e preparata, qual è quella della Lega Nord, non può però fare a meno di denunciare come Letta e Alfano stiano giocando col fuoco: sia sul fronte economico, sia su quello della sicurezza.

Giacomo Stucchi

Il governo dai piedi d’argilla

A fotografare la gravità della situazione sono, ancora una volta, i numeri che hanno certificato  ...

Una manovra senza padri

Alla fine tutti la disdegnano, così com’è non la votano e promettono di fare sfracelli ...