iscrizionenewslettergif
Politica

Pd, presentate le candidature: gara a quattro

Di Redazione12 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Depositate in mattinata le firme. In corsa per la segreteria nazionale Cuperlo, Renzi, Civati e Pittella

Pd, presentate le candidature: gara a quattro
I candidati alla segreteria del Pd: Renzi, Civati, Pittella e Cuperlo

ROMA — Una gara a 4. Con favoriti e outsider. Parte ufficialmente la corsa alla segreteria nazionale del Pd. Oggi Matteo Renzi, Gianni Cuperlo, Pippo Civati e Gianni Pittella, hanno depositato a largo del Nazareno, a Roma, le firme necessarie per partecipare alla competizione.

I candidati hanno presentato  un loro documento programmatico provvisorio che potrà essere integrato nei prossimi giorni.

Domani Renzi aprirà ufficialmente la sua campagna a Bari sotto lo slogan “L’Italia cambia verso” e dal palco della Fiera del Levante presenterà le sue linee programmatiche.

Fino all’ultimo ha lavorato al documento depositato insieme alla sua candidatura che sarà comunque integrato nei prossimi giorni e che contiene diversi punti caratterizzanti, sostenuto da 1984 firme.

Negli intenti, fa riferimento a un partito aperto, meno piramidale e più orizzontale e con attenzione agli amministratori locali.

Il primo a depositare la candidatura, in mattinata, è stato Gianni Cuperlo. A sostegno duemila firme.

Il documento di Cuperlo fa riferimento a quello che aveva scritto quest’estate – “E’ tempo di crederci”- ma verrà affinato nei prossimi giorni e non è ancora stato ufficializzato uno slogan.

Pippo Civati ha presentato 1881 firme e il documento, in forma di lettera agli elettori dal titolo “Il partito delle possibilità, un’alternativa c’è sempre”. Civati fa riferimento alle larghe intese ma anche alla ricostruzione di un campo del centrosinistra che guardi a Sel ma anche ai delusi dei grillini.

Gianni Pittella è stato l’unico tra i candidati ad andare personalmente a consegnare la propria documentazione. Ha depositato 1999 firme e un documento dal sapore europeista ma anche con un’attenzione verso la questione meridionale e la proposta di un partito federale basato sugli ottomila comuni italiani. “La nostra mozione – ironizza il candidato – ha la novità rispetto alle altre che non abbiamo imbarcato nessuno…”.

Renzi, nuovo slogan: l’Italia cambia verso

Il nuovo logo di Matteo RenziBARI -- "L'Italia cambia verso". Con questo slogan Matteo Renzi, sabato 12 ottobre, muoverà da ...

Berlusconi: stop ai contrasti a mezzo stampa

Silvio Berlusconi e Angelino AlfanoROMA -- "Sulle agenzie di stampa leggo troppe dichiarazioni di troppi esponenti del Pdl. E ...