iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Maroni agli industriali: le misure dei primi 6 mesi

Di Redazione7 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il governatore all'assemblea di Treviglio. Infrastrutture, credito di casse e cantieri: ecco quanto realizzato

Maroni agli industriali: le misure dei primi 6 mesi
Roberto Maroni a Treviglio

TREVIGLIO — “La rivoluzione della concretezza è il mio imperativo. E infatti in questi primi sei mesi di governo abbiamo fatto molto per il nostro sistema produttivo, adottando misure concrete e immediate per le nostre imprese e per i nostri territori”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo al PalaFacchetti di Treviglio (Bergamo) durante l’assemblea di Confindustria Bergamo.

“In particolare – ha sottolineato il governatore lombardo – vorrei citare tre misure concrete che abbiamo adottato in questi primi mesi, a cominciare dalla legge che ha consentito ai Comuni
lombardi di adottare il nuovo Piano di governo del territorio, una legge che ha permesso in tutta la regione la riapertura di 3500 cantieri con un impatto economico di oltre 500 milioni di euro, una misura concreta, che ha aiutato le imprese e gli stessi sindaci, eliminando una norma che impediva loro di governare bene il territorio. E anche questo rappresenta un aiuto concreto per il nostro sistema produttivo”.

“La seconda misura che voglio ricordare – ha continuato il presidente della Regione Lombardia – è quella di ‘Credito in cassa’, con cui abbiamo stanziato 1 miliardo di euro per pagare i debiti che i Comuni hanno nei confronti delle imprese lombarde, soldi messi a disposizione per i Comuni senza incidere sul Patto di stabilità, un vantaggio per i Comuni e per le imprese, una misura concretissima e immediata”.

“Il terzo tema su cui mi sono impegnato fin dal primo giorno del mio mandato è quello delle infrastrutture, perché le infrastrutture servono per valorizzare i nostri territori e il nostro sistema produttivo. E infatti la prima cosa che ho fatto appena entrato in carica, prima ancora di formare la Giunta regionale, è stato convocare intorno a un tavolo tutti coloro che, in qualche modo, sono coinvolti nella realizzazione delle infrastrutture, perché questa è una delle priorità del mio mandato. E oggi posso dire che sono ottimista, perché abbiamo colmato alcuni ritardi iniziali, e che le infrastrutture fondamentali per la nostra Regione saranno pronti nei tempi stabiliti: la BreBeMi sarà inaugurata, pensiamo, prima della scadenza prevista, la Pedemontana si farà tutta e si farà la Teem. Il mio impegno su questo è assoluto: venerdì scorso ho convocato nuovamente il tavolo per le infrastrutture, per fare capire a tutti i soggetti coinvolti che il presidente della Regione è impegnato in prima persona” ha concluso Maroni.

Forza Italia, la base con Berlusconi: è ora di reagire

Silvio BerlusconiBERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo questo intervento da parte dei componenti del club di Forza ...

Napolitano vuole l’indulto. La Lega: contrari

Roberto MaroniMILANO -- "La Lega Nord è contraria a qualsiasi forma di indulto o amnistia": lo ...