iscrizionenewslettergif
Bergamo

Bergamo, lunedì “stati generali” dell’ambiente

Di Redazione5 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

La Regione fa il punto sulle questioni ambientali aperte in città e provincia

Bergamo, lunedì “stati generali” dell’ambiente
Lunedì stati generale dell'ambiente a Bergamo

BERGAMO — Partiranno da Bergamo gli “stati generali” dell’ambiente lombardo, un serie di incontro organizzati dall’assessorato all’Ambiente della Regione Lombardia che hanno come obiettivo un’attenta analisi dei problemi del territorio.

Si parte lunedì 7 ottobre, da Bergamo appunto. “Abbiamo ricevuto oltre 100 adesioni e ne stiamo ancora ricevendo” afferma l’assessore regionale all’Ambiente, la bergamasca Claudia Maria Terzi.

“Parteciperanno in moltissimi, fra Istituzioni pubbliche e private, associazioni ed Enti locali della Bergamasca, parecchi dei quali, dando seguito al mio invito, hanno inviato contributi e segnalazioni in merito ai problemi o alle potenzialità del territorio”.

I temi affrontati negli incontri saranno i più disparati, “dalla gestione dei rifiuti alle cave, dalla banda larga alle aree protette – spiega ancora Terzi -. I bergamaschi hanno colto un’occasione importante, quella di fare il censimento delle priorità ambientali e di portarle all’attenzione di Regione Lombardia”.

Nello specifico, sono prevenute 10 segnalazioni sulle bonifiche, 13 sul tema cave e rifiuti, 12 sull’acqua, 19 sulle aree protette, 4 su energia e reti, 9 sull’inquinamento atmosferico e acustico.

“L’incontro di Bergamo – spiega l’assessore – sarà il primo di una lunga serie: fino a metà del prossimo anno
saremo impegnati a raccogliere le istanze dei territori, coinvolgendo nel tour sia il livello politico, che i funzionari regionali. Non si tratterà – specifica – di una sfilata: affronteremo temi caldi senza sottrarci alle criticità, cominciando a rispondere alle questioni principali già durante l’incontro, rimandando a tavoli specifici le altre tematiche”.

“La mia passata esperienza da sindaco – conclude la titolare regionale all’Ambiente – mi conferma che troppo spesso la Regione appare distante, quasi irraggiungibile. Non è un caso che, per iniziativa del presidente Maroni, la Giunta abbia già iniziato a mettere in campo una serie di sedute ‘in trasferta’, itineranti fra i capoluoghi provinciali. Ecco perché ho optato per una serie di appuntamenti operativi, pensati per sviluppare una relazione diretta e soprattutto una collaborazione continuativa con i portatori d’interesse del territori”.

In programma l’approfondimento dei seguenti temi:
Confronto sui temi emersi dal territorio (10.20-11.50)
– Che aria tira a Bergamo? Il Piano Regionale degli interventi per la Qualità dell’Aria e l’area critica bergamasca;
– Parchi e aree protette, coniugare biodiversità e sviluppo nelle aree montane: i primi interventi;
– Tra ambiente e sviluppo: il punto sulla gestione dei rifiuti urbani in Bergamasca e la strategia della Regione per il nuovo piano cave della Provincia di Bergamo;
– Bonifiche e discariche: l’emergenza cromo esavalente e il recupero ambientale delle cave cessate;
– Servizio idrico integrato: qualità dell’acqua e investimenti
sul territorio.

L’incontro comincerà alla 10 in sala Viterbi, nella sede della Provincia di Bergamo, in via Tasso.

Morto Panattoni, inventore della stracciatella

Enrico PanattoniBERGAMO -- Lutto nel mondo della ristorazione e del gusto. E' morto ieri a Bergamo ...

Bimba di 8 anni muore: sospetta meningite

Bimba muore per sospetta meningiteBERGAMO --  Il sospetto è che sia trattato di un caso di meningite. Una bambina ...