iscrizionenewslettergif
Italia

La Finanza sequestra mezzo milione di orecchini tossici

Di Redazione4 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Finanza sequestra mezzo milione di orecchini tossici

PRATO — Erano dannosi alla salute perché contenevano nichel. La Guardia di finanza ha sequestrato mezzo milioni di orecchini da rivenditori cinesi perché, nonostante sulla confezione fosse scritto “nichel free”, in realtà contenevano il metallo nocivo.

Le indagini sono partite da Prato, in Toscana. Oltre al sequestro di cinquecentomila articoli di bigiotteria, i finanzieri hanno denunciato 24 imprenditori cinesi.

Gli articoli – orecchini, fermagli, braccialetti, anelli a forma di teschio – avevano percentuali di nickel e cadmio molto superiori alla soglia consentita.

Il sequestro è avvenuto in diverse regioni del centro Nord Italia. Le etichette avevano il marchio “nichel free”.

Se immessi sul mercato, gli oggetti avrebbero fruttato introiti per circa 2,5 milioni di euro.

Barcone carico di immigrati prende fuoco: 110 morti

Barcone naufraga all'Isola dei Conigli: 94 mortiLAMPEDUSA -- "Una vergogna", l'ha definita papa Francesco. Non c'è miglior modo per descrivere quanto ...

Furto in casa di Claudio Baglioni. Slitta il tour

Claudio BaglioniROMA -- La banda del buco non ha risparmiato nemmeno Claudio Baglioni. Ieri notte furto ...