iscrizionenewslettergif
Esteri

Obama “spegne” un milione di statali

Di Redazione30 settembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Veti incrociati fra repubblicani e democratici al Congresso. Il cosiddetto "shutdown" appare inevitabile.

Obama “spegne” un milione di statali
Barack Obama

WASHINGTON, Usa — L’ora fatidica è fissata per il mezzogiorno di domani, martedì 1 ottobre. Se entro quell’ora a Washington Repubblicani e Democratici non avranno trovato un accordo sul bilancio federale, il governo degli Stati Uniti dovrà “spegnere” parte della propria macchina.

Senza l’approvazione del Congresso, infatti, il governo non potrà più spendere e quindi si troverà costretto a sospendere tutti i servizi non essenziali. Di conseguenza, circa un milione di dipendenti pubblici che verranno messi in congedo non retribuito, fino alla soluzione dell’incaglio politico. Si tratta del cosiddetto “shutdown” (spegnimento).

Lo scontro è tutto intorno al progetto sanitario di Obama, il cosiddetto “Obamacare”, intorno al quale il presidente Usa sembra non essere in grado di raccogliere il consenso necessario. La Camera, a maggioranza repubblicana, ha bocciato infatti una risoluzione relativa ad un budget temporaneo promossa dal Senato che prevedeva il finanziamento dell’Obamacare, approvando invece una legge finanziaria che rimanda di un anno l’entrata in vigore della riforma, attualmente prevista a partire dal primo di ottobre.

Difficilmente la proposta di legge finanziaria approvata alla Camera passerà al Senato, dove i democratici sono pronti a dare battaglia per una rapida entrata in vigore della riforma sanitaria. E nel frattempo si avvicina la fine dell’anno fiscale che negli Usa è datato 1 ottobre. Senza un accordo politico, dunque, da domani scatterà lo “shutdown”: il governo federale ha bisogno dell’autorizzazione del Congresso per spendere i propri fondi, ma senza una legge finanziaria non può farlo e per questo dovrebbe spegnere tutti i servizi non essenziali, ovvero tutto ciò che non riguarda ordine pubblico e sicurezza nazionale.

Verrano pagati, grazie a una legge votata in tutta fretta, solo i componenti delle Forze armate. Al contrario il 97 per cento dei dipendenti della Nasa, oltre 18mila persone, rischiano di finire sulla strada. Così come il 94 per cento degli impiegati dell’agenzia per l’ambiente, l’81 per cento di quelli del ministero dell’Interno, il 33 per cento degli impiegati del dipartimento dei Trasporti e il 14 per cento dello staff della Sicurezza interna.

Lo shutdown viene dato per inevitabile. Era già successo; l’ultima volta nel 1995 quando, sempre per il confronto sul bilancio Clinton iniziò un braccio di ferro con Gingrich e i dipendenti dell’amministrazione usa si trovarono senza stipendio e senza lavoro dal 16 dicembre 1995 al 6 gennaio 1996.

Aereo da turismo si schianta contro un hangar

L'incidente aereo di Santa MonicaSANTA MONICA, Usa -- Un piccolo aereo da turismo in decollo verso l'Idaho si è ...

Massi da 100 tonnellate: frana uccide 5 escursionisti

Frana uccide cinque escursionisti in ColoradoDENVER, Usa -- Cinque escursionisti sono morti dopo essere stati travolti da una frana su ...