iscrizionenewslettergif
Bergamo

L’export delle imprese bergamasche: convegno Cdo

Di Redazione27 settembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L’export delle imprese bergamasche: convegno Cdo
Alberto Capitanio, presidente della Cdo di Bergamo

BERGAMO — L’economia bergamasca regge grazie alle esportazioni ed all’interscambio commerciale con l’estero. Questo il quadro che emerge dai più recenti rapporti economici e questo anche il tema dell’assemblea pubblica di Compagnia delle Opere di Bergamo dal titolo: “Ricomincio da…il mondo” che si terrà Martedì sera dalle 17.45 presso il Centro Congressi Giovanni XXIII a Bergamo.

Le imprese bergamasche hanno un mondo di opportunità da esplorare, ma già oggi è evidente una precisa vocazione competitiva e l’apertura internazionale del nostro territorio. Bergamo è, per volume di scambi con l’estero (esportazioni + importazioni), la seconda provincia lombarda dietro Milano, con volumi superiori a 10487 milioni di euro nel solo 2012, dietro a Milano (oltre 51.206 milioni) e davanti a Brescia (10651 milioni, con “i cugini” bresciani che presentano un dato leggermente più performante rispetto a Bergamo sulle “pure” esportazioni).

Quanto ai dettagli ed ai trend nei primi due trimestri dell’anno, secondo i dati forniti dall’Ufficio studi della Camera di commercio, regge bene l’export bergamasco complessivo (-0,7% sul 2012) in una dinamica cui contribuiscono in maniera determinante le minori esportazioni verso l’Eurozona che sottrae più di 2 punti alla dinamica tendenziale (la sola Germania ne toglie 1,3), Nord America (USA), i paesi non Euro dell’Unione Europea e l’Asia centrale. Controbilanciano la caduta le esportazioni verso Asia Orientale, Medio Oriente e Africa. .

“Proprio per questo – dichiara il presidente di Cdo Bergamo Alberto Capitanio – proporremo all’assemblea alcune esperienze concrete di aziende bergamasche che ce l’hanno fatta, e che sono state supportate non tanto dallo Stato, ma da un insieme di corpi intermedi: banche, agenzie camerali, associazioni. In Lombardia, il pubblico è un mix fra pubblica amministrazione e corpi intermedi in grado di fare sistema”.

“Quanto agli strumenti – prosegue Capitanio – crediamo molto in Matching. D’altronde alla commissione regionale sulle Fiere cui hanno partecipato i massimi rappresentanti del settore fieristico lombardo proprio questa settimana è emerso come il 60 per cento delle piccole medie imprese italiane valuti lo strumento fieristico il più efficace per acquisire nuovi clienti sul mercato internazionale, e si stima che il 15% del fatturato dell’export italiano sia frutto di contatti e trattative attivate dalla partecipazione a fiere internazionali dalle nostre imprese”.

Alla tavola rotonda, introdotta da Capitanio, interverranno Enrico Biscaglia (direttore Generale Cdo), Andrea Bonalumi (responsabile degli Uffici Esteri Rete Lombardia Promos), Bruno Pezzoni (amministratore delegato del Credito Bergamasco), Osvaldo Ranica (direttore generale della Banca popolare di Bergamo).

Accademia Carrara: scelta la nuova immagine

L'Accademia Carrara di BergamoBERGAMO -- Si sono conclusi i lavori della Commissione tecnica incaricata di valutare i progetti ...

Camera di commercio: indagine sul gradimento dei servizi

La Camera di commercio di BergamoBERGAMO -- La Camera di commercio di Bergamo sta avviando in questi giorni l’annuale indagine ...