iscrizionenewslettergif
Politica

Vendita di Telecom: a rischio la sicurezza nazionale

Di Redazione26 settembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Allarme del Copasir. Il presidente Stucchi: dalla rete venduta passano tutte le comunicazioni dei cittadini italiani

Vendita di Telecom: a rischio la sicurezza nazionale
Giacomo Stucchi, presidente del Copasir

ROMA — “La cessione del controllo di Telecom agli spagnoli di Telefonica pone seri problemi di sicurezza nazionale, visto che la rete Telecom è la struttura più delicata del Paese,attraverso cui passano tutte le comunicazioni dei cittadini italiani ed anche quelle più riservate”. A lanciare l’allarme è il presidente del Copasir, il senatore bergamasco della Lega Nord Giacomo Stucchi.

“Su questo tema – annuncia Stucchi – faremo una riflessione come Comitato e chiederemo che venga a riferire in audizione il direttore del Dis, Massolo”.

Intanto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto, per un colloquio privato, il presidente di Telecom Italia Franco Bernabè. Il colloquio, dopo che Bernabè aveva partecipato a un’audizione in Senato, si è svolto attorno alle ore 13.00, ora in cui il manager è stato visto entrare nel palazzo del Quirinale.

Il presidente di Telecom, all’indomani della notizia dell’accordo tra i soci italiani di Telco – holding di cui fa parte il gruppo di tlc – e la spagnola Telefonica aveva detto di essere stato tagliato fuori dalle decisioni di cui è venuto a conoscenza solo a posteriori.

”Abbiamo avuto conoscenza ieri – ha detto – dalla lettura dei comunicati stampa della recente modifica dell’accordo parasociale tra gli azionisti di Telco. Telecom Italia ”conferma il proprio impegno a procedere nel confronto con l’Autorità e la Cdp” sullo scorporo della rete, ”ma l’esito finale dell’operazione non è scontato e, in ogni caso, richiede tempi molto lunghi. Le domande sull’assetto azionario – ha osservato Bernabè parlando alle Commissioni riunite Lavori Pubblici e Industria – vanno poste agli azionisti: come ho già detto, i cambiamenti avvenuti nell’asseto azionario li abbiamo appresi dalla lettura dei comunicati stampa, anche se era evidente da dichiarazioni, rese da alcuni azionisti ancora una volta alla stampa, che c’era l’intenzione di procedere a un cambiamento”. A questo proposito, Bernabè ha citato ”Mediobanca, che aveva annunciato l’intenzione di uscire e di risolvere il patto Telco”.

Berlusconi: in atto colpo di Stato. Pdl verso dimissioni

Silvio BerlusconiROMA -- "E' in corso un'operazione eversiva che sovverte lo stato di diritto ad opera ...

Scelta Civica: Mario Monti a Gardone Riviera

Mario Monti e la sua Scelta CivicaBERGAMO -- Scelta Civica fa quadrato e cerca di rimettere in pista la sua proposta ...