iscrizionenewslettergif
Advisor

La “distruzione creatrice” che porta innovazione

Di Redazione20 settembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il termine «distruzione creatrice» è stato coniato dall’economista Joseph Schumpeter nel 1942 ed esprime il concetto secondo cui in una società libera e capitalista l’innovazione può impattare su determinati settori così intensamente da obbligare le società che vi appartengono ad evolversi, pena l’estinzione.

I principali driver della distruzione creativa sono i nuovi prodotti o l’innovazione dei modelli di business che permettono, spesso aiutati dalla tecnologia, di offrire al cliente una performance migliore, maggior convenienza o costi più contenuti.

In questo caso l’innovazione diventa una minaccia per chi aveva una posizione predominante basata sul vecchio paradigma.

Ci sono svariati esempi di leader di mercato che hanno perso il proprio status in favore di altri che hanno basato il proprio sviluppo su nuove tecnologie (ad esempio Polaroid e Wallmart, per citarne un paio): la distruzione creativa diventa così un tema d’investimento concreto, permettendo investimenti azionari di lungo termine sulle società che saranno in grado di raccogliere la sfida dell’innovazione tecnologica.

Otto le invenzioni potenzialmente “sconvolgenti”: nelle prossime uscite continueremo a trattare e sviluppare i punti citati nel presente report.

Per leggere gratuitamente l'analisi completa dei mercati finanziari, compila il form sottostante.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Recapito

Il documento è redatto al solo scopo informativo e non è diretto né costituisce in alcun modo una sollecitazione al pubblico risparmio o un incoraggiamento ad alcuna forma di investimento o speculazione. Chiunque ne faccia uso diverso da quello per cui è stato pensato se ne assume piena responsabilità.

Acconsento al trattamento per l'invio dell'analisi in oggetto.

Acconsento alla cessione dei dati esclusivamente a Sofia SGR per le finalità visibili attraverso l'advertising presente nella pagina.

Investimenti: il mercato obbligazionario

Investimenti: il mercato obbligazionario Le disastrose perfomance messe a segno da inizio anno dall’obbligazionario emergente (record dal 1988) sono ...

Investimenti: la scommessa dell’illuminazione a led

Illuminazione a ledContinuiamo come segnalato nel report precedente con il tema "la distruzione creativa". Oggi tratteremo “l’illuminazione ...