iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, Napoli troppo forte. E ora la Fiorentina

Di Redazione16 settembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Stefano Colantuono, allenatore dell'Atalanta

Stefano Colantuono, allenatore dell’Atalanta

BERGAMO — Niente da fare. Che il Napoli fosse fin troppo forte per l’Atalanta era cosa nota. E così è stato. Al San Paolo, i partenopei hanno battuto nettamente i nerazzurri per due reti a zero.

La partita con l’Atalanta ha consacrato il turn over di Benitez che ha saputo dosare le energie dei suoi azzurri, impiegando una stella come Hamsik lo stretto necessario per dare una svolta alla partita e permettere a Higuain e Callejon di portare i tre punti a casa.

In vista della Champions League di mercoledì, quando al San Paolo arriverà il Borussia Dortmund, il tecnico partenopeo ha messo in campo una formazione rimaneggiata, ma sufficiente per sconfiggere la compagine di Colantuono.

“Questa vittoria è stata importante soprattutto per la fiducia che ora hanno tutti i giocatori della rosa”, ha spiegato Benitez che mercoledì testerà la mentalità vincente su cui sta lavorando da quando è arrivato a Napoli. A incoraggiarlo, chiaramente, anche la vena realizzativa degli ex Real Madrid, Higuain e Callejon.

E dire che l’Atalanta non ha demeritato. I nerazzurri si sono resi pericolosi in più di un’occasione soprattutto con Denis che si è procurato due palle gol: una al ventesimo del primo tempo, anticipato per un soffio; la seconda con un destro a giro nel secondo tempo, neutralizzato in maniera magistrale dal portiere avversario.

Ma è stato il Napoli ha dominare sostanzialmente la partita. Dominio territoriale sfociato in due gol e altrettante parate prodigiose di Consigli.

I partenopei alla fine vincono meritatamente grazie al loro organico di qualità. Per l’Atalanta la sconfitta al San Paolo ci stava. E il prossimo turno sarà altrettanto ostico. Nella prossima giornata a Bergamo arriva la Fiorentina.

Serie A: sabato la sfida Inter-Juve

L'allenatore dell'Inter Walter Mazzarri MILANO -- Il primo derby d'Italia di questo campionato si giocherà sabato alle 18. In ...

Kakà fuori per tre settimane si autosospende lo stipendio

Ricardo Kakà MILANO -- Comincia con una certa sfortuna la nuova avventura del brasiliano Ricardo Kakà al ...