iscrizionenewslettergif
Politica

Libertà e giustizia: Tosi nuovo coordinatore bergamasco

Di Redazione13 settembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

BERGAMO — Dal 30 agosto scorso Gianni Tosi è il nuovo coordinatore territoriale di “Libertà e Giustizia” per la provincia di Bergamo. La sede provvisoria del circolo è in Arcene (BG), via Donizetti 13.

Nella riunione del 29 agosto i soci, riuniti per il rilancio delle attività del circolo, hanno confermato l’attenzione alla salvaguardia della Costituzione e alla piena attuazione dei valori costituzionali in tutti gli aspetti dell’iniziativa della società civile: tutela dell’ambiente, partecipazione politica, promozione della cultura, difesa dei diritti e della legalità, contrasto alle ingiustizie e diseguaglianze.

Per raggiungere questi obiettivi, i soci puntano anzitutto al coinvolgimento diretto degli iscritti, stimolandoli ad una partecipazione fattiva per sostenere i valori e le iniziative dell’associazione. Inoltre, il circolo ritiene utile la collaborazione con gli altri circoli presenti in tutta Italia, nonché con le realtà politiche territoriali che condividono i valori di “Libertà e Giustizia”.

Coerentemente con questa impostazione, i soci decidono di dotare il circolo di una pagina web allo scopo di pubblicizzare le proprie attività. L’obiettivo è quello di sfruttare questo mezzo di comunicazione per offrire ulteriori modalità di contatto e di interazione agli iscritti.

Altro tema di dibattito della serata è stato il caso dell’attore, regista, scrittore ed ex consigliere regionale Giulio Cavalli, impegnato da tempo in una battaglia contro la criminalità organizzata nella nostra Regione. La sua attività lo ha esposto a gravi minacce da parte della ‘ndrangheta e le risposte delle istituzioni e della politica sembrano finora non adeguate. Da qui la necessità di azioni di supporto da parte della società civile.

I soci hanno deciso di sottoscrivere la petizione per richiedere l’innalzamento del livello di protezione dell’attore e di sollecitare il più alto numero di adesioni da parte di tutti i cittadini; nella convinzione che occorra sempre mantenere alta l’attenzione e creare un clima di solidarietà attorno a chi rischia la propria vita per farsi portavoce della legalità.

In questa stagione “calda” per le riforme costituzionali, il circolo informa che “Libertà e Giustizia” è impegnata ai massimi livelli per il successo della grande manifestazione del 12 ottobre, a Roma, intesa a contrastare ogni tentativo di neutralizzare i vincoli posti dalla Costituzione all’attività legislativa ordinaria.

Berlusconi: mercoledì il voto sulla decadenza

Silvio Berlusconi ROMA -- La giunta per l'immunità ha deciso: il voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi ...

Pdl, l’associazione Agorà sbarca a Bergamo

Marco Pagnoncelli BERGAMO -- Gettare le basi del partito che verrà. E' questo lo scopo dell'associazione "Agorà, ...