iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Liberato il giornalista italiano rapito in Siria

Di Redazione9 settembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Domenico Quirico al suo arrivo in Italia

Domenico Quirico al suo arrivo in Italia

ROMA — Si è conclusa con un lieto fine la vicenda di Domenico Quirico, l’inviato della Stampa di Torino rapito in Siria 5 mesi fa. Il giornalista è stato liberato ed è atterrato questa notte, poco prima di mezzanotte e 30 all’aeroporto di Ciampino.

A bordo dell’aereo che lo ha riportato in Italia c’era anche lo studioso belga Pier Piccinin, rapito insieme a lui. L’inviato della Stampa sarà ascoltato oggi in Procura a Roma, prima di raggiungere la sua famiglia a Govone in provincia di Cuneo.

Quirico è in buone condizioni anche se stanco. E’ sceso dall’aereo ed ha abbracciato il ministro degli Esteri Emma Bonino, che lo attendeva ai piedi della scaletta dell’aereo.

Il giornalista ha detto di non essere stato trattato bene e di avere avuto paura durante i mesi di prigionia. Le sue condizioni di salute e psicologiche appaiono comunque buone.

L’Italia invia cacciatorpediniere al largo del Libano

Il cacciatorpediniere Andrea Doria ROMA -- Nonostante le rassicurazioni del governo che l'Italia non parteciperà all'attacco contro la Siria ...

Carovita: a ottobre calerà il prezzo del gas

A ottobre calerà il costo del gas ROMA -- Buone notizie per le famiglie e i consumatori. Dal primo ottobre dovrebbe esserci ...