iscrizionenewslettergif
Treviglio

Siliprandi: a Treviglio non c’è spazio per discariche

Di Redazione6 settembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Siliprandi: a Treviglio non c’è spazio per discariche
Patrizia Siliprandi

TREVIGLIO — Mentre proseguono le analisi sui carotaggi effettuati nella ex cava Vailata, per appurare la presenza di sostanze pericolose nel sottosuolo, abbiamo chiesto un parere a Patrizia Siliprandi, che si è battuta in consiglio comunale per i temi ambientali e di riflesso quelli della salute dei cittadini trevigliesi.

Siliprandi, cosa ne pensa del progetto di una discarica d’amianto a Treviglio?
E’ assolutamente impensabile realizzare una discarica di amianto a Treviglio, città già penalizzata da una situazione ambientale estremamente critica. Basti pensare al problema tuttora irrisolto del cromo esavalente nell’acqua e agli inquinanti chimici presenti nel sottosuolo prodotti nel passato da industrie quali la Baslini e la Farchemia.

Auspica dunque uno stop definitivo al progetto della discarica?
Mi sono battuta per anni in Consiglio Comunale contro questa ipotesi. La sensazione è che sia a livello provinciale che comunale si sia spesso giocato alle 3 tavolette, mostrandosi contro la discarica ma nei fatti facendo ben poco per contrastarla.

Il comitato cittadini sostiene che potrebbero esserci rifiuti pericolosi sotto l’ex cava Vailata. Condivide la posizione?
Assolutamente sì. Ho molta stima del comitato e in particolare di Giovanna Galli che ha seguito e segue il problema con competenza ed onestà intellettuale.

Lei anni fa aveva denunciato pubblicamente questa possibilità…
Sì, ho denunciato la possibilità che nel corso degli anni, a partire dagli anni Sessanta, la cava Vailata fosse diventata deposito di rifiuti tossici, ivi comprese sostanze radioattive.

Ci fu una battaglia in consiglio comunale, se non ricordo male…
Ho proposto durante l’amministrazione Borghi di effettuare carotaggi profondi per verificare lo stato di inquinamento. Allora la risposta dell’assessore fu che costavano troppo. Sono passati gli anni e mi meraviglio che il sindaco Pezzoni, che si dice contrario alla discarica, non abbia provveduto come primo atto del suo mandato a commissionare quei controlli che io giudico imprescindibili.

Quanto pesa la politica in questa vicenda?
Sono uscita dalla Lega, rifiutando la promessa del partito dell’assessorato all’Ambiente e dell’incarico di vicesindaco perché l’allora candidato sindaco Pezzoni non mi dava sufficienti garanzie di voler risolvere i problemi ambientali. Prova ne fu che quando chiesi il suo impegno scritto ad un “no” alla discarica lui non mise una risposta nero su bianco.

Ora però il Comune ha dato il via libera ai carotaggi. Al di là degli esiti delle analisi, c’è spazio a Treviglio per una simile discarica?
A Treviglio non c’e spazio per alcun tipo di discarica. La città è già troppo penalizzata da una situazione ambientale estremamente critica.

Treviglio: cominciati i carotaggi nell’ex cava Vailata

La ex cava VailataTREVIGLIO -- E' stato completato ieri il primo degli otto carotaggi chiesti dai comitati dei ...

Legambiente, discarica amianto: la falda può raggiungerla

La ex cava Vailata di TreviglioTREVIGLIO -- "Ad inizio Giugno 2013 il Comune di Treviglio ha presentato una perizia che ...