iscrizionenewslettergif
Politica

Renzi suona la carica: il Pd deve giocare all’attacco

Di Redazione8 agosto 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Matteo Renzi a Bosco Albergati

Matteo Renzi a Bosco Albergati

MODENA — “Il Pd non deve avere paura, deve giocare all’attacco. Non deve vivere di fantasmi”. Lo ha detto ieri nel suo atteso discorso a Bosco Albergati, in provicina di Modena, Matteo Renzi.

“Abbiamo bisogno del partito, ma la vecchia tessera non basta più, in un mondo che è sempre più precario e cambia velocemente, abbiamo bisogno di inventarci un partito diverso che non si basa solo su tessera e appartenenza, certo non basta una pagina Facebook, non bisogna perdere il gusto dell’abbraccio e della stretta di mano”, ha spiegato Renzi.

“Io non condivido ma rispetto capisco Bondi, Brunetta, Schifani e Santanché, ma il compito del Pd è salvare l’Italia: le sentenze si rispettano e la legge è uguale per tutti”.

“Oggi più che mai c’è bisogno di un Pd che non stia insieme solo perché di là c’è una minaccia. Alcuni dirigenti del Pd hanno detto che dobbiamo aspettare di vedere cosa fa Berlusconi: sono vent’anni che facciamo tutto aspettando Berlusconi, almeno il congresso del Pd possiamo farlo senza di lui?” ha proseguito Renzi.

“Grillo è il principale sponsor delle grandi intese. Lui le vuole, ha paura di far cambiare le cose. Chi ha più paura delle elezioni sono i deputati del Movimento 5 stelle” ha concluso l’esponente del Pd.

Regione: Capelli nel Comitato per la montagna

Angelo Capelli MILANO -- Il consigliere regionale bergamasco del Pdl, nonché coordinatore provinciale, Angelo Capelli è stato ...

Scandalo per la Kyenge, ma nulla sugli insulti a Brunetta

Renato Brunetta con la moglie Titti Giovannoni Nell’ultimo articolo sul suo blog, Beppe Grillo usa toni che se fossero usati da altri, ...