iscrizionenewslettergif
Economia

Agnelli (Confimi): servono prestiti alle piccole e medie imprese

Di Redazione8 agosto 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Paolo Agnelli, presidente di Confimi

Paolo Agnelli, presidente di Confimi

ROMA — Nel secondo trimestre dell’anno solo il 26 per cento delle aziende ha visto accogliere la domanda di prestiti. Sono allarmanti i dati sull’economia reale italiana. Nonostante i timidi accenni di ripresa la situazione è ancora di grande difficoltà, tanto che in un anno è stato dimezzato il numero di richieste di prestiti da parte degli imprenditori.

“Esprime forte preoccupazione per la scarsità di finanziamenti a favore delle piccole e medie imprese. In questa fase così complicata l’impossibilità di immettere liquidità in circolo, e di conseguenza l’enorme difficoltà a fare investimenti, bloccano la crescita” spiega il presidente di Confimi Impresa (Confederazione dell’Industria Manifatturiera Italiana e dell’Impresa Privata) Paolo Agnelli.

Alla scarsità di finanziamenti “bisogna aggiungere anche il blocco operato dalle banche nel favorire l’iniezione di liquidità alle imprese – continua Agnelli – In queste situazioni è difficile ripartire, anche se da più parti si dice che la ripresa è vicina. Proprio dal connubio banche e imprese dovrebbe arrivare il segnale più concreto, ma affinché ciò avvenga è necessario che le banche tornino ad occuparsi delle imprese valutandole per ciò che esprimono dal punto di vista del prodotto, della storia, della progettualità, della tradizione e del legame con il territorio, non con la freddezza e con algidi calcoli ingegneristici che appartengono a culture anglosassoni e non alle nostre”.

“Senza liquidità le aziende non ripartono. Non servono grandi cifre: serve la volontà di affidare le imprese” conclude Agnelli.

Gli esperti confermano: ripresa sempre più vicina

Ripresa economica ormai imminente MILANO -- Gli esperti sono concordi: la ripresa è vicina, molto vicina. Dopo cinque anni ...

Industria, fatturati sotto di un terzo rispetto al pre-crisi

Industrie ancora in difficoltà ROMA -- Il fatturato dell'industria italiana, al netto delle partecipazioni estere dei grandi gruppi, si ...