iscrizionenewslettergif
Bergamo

Fogalco, in crescita finanziamenti e associati

Di Redazione31 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Riccardo Martinelli, presidente di Fogalco

Riccardo Martinelli, presidente di Fogalco

BERGAMO — Crescono i finanziamenti, le garanzie e il numero degli associati a Fogalco, la cooperativa di Ascom che sostiene le iniziative di ammodernamento e sviluppo delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi.

Secondo i dati resi noti quest’oggi, sul fronte delle garanzie Fogalco registra una crescita di oltre il 20 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nei primi sei mesi del 2013 ha deliberato e garantito finanziamenti pari a quasi 12 milioni di euro (11.960.970 contro i 9.907.000 dei primi sei mesi del 2012, anno in cui sono stati concessi crediti pari a 16.888.247 euro).

Dall’anno della sua costituzione, nel lontano 1978, sono stati deliberati ed erogati finanziamenti per oltre mezzo miliardo di euro (oltre 547 milioni euro). In crescita anche il numero dei soci che passa dai 5468 dello scorso anno ai 5525.

“In questa prima metà del 2013 spiega il presidente di Fogalco Riccardo Martinelli – abbiamo registrato una crescita delle richieste di finanziamento da parte di nuove imprese. Oggi sono tanti gli aspiranti imprenditori in cerca di una nuova ricollocazione sul mercato del lavoro. La maggior parte, oltre ad essere estremamente motivata perché si gioca gran parte dei risparmi di una vita, è anche preparata e presenta progetti innovativi e interessanti. Per cercare di stare sul mercato gli imprenditori investono in nuove nicchie ed incrementano gli articoli in vendita per stimolare i consumi”.

Gli impegni assunti dagli imprenditori del commercio, del turismo e dei servizi sono sempre più onorati e rispettati: “Ad un incremento degli importi affidati non è fortunatamente corrisposta una maggior incidenza delle insolvenze – continua Martinelli -. Abbiamo dovuto intervenire in minor misura per le inadempienze visto che i nostri imprenditori hanno investito nell’azienda quanto effettivamente potevano”.

I risultati sono anche il frutto della presenza di Fogalco sul territorio: “Quest’anno abbiamo intensificato gli incontri con gli istituti di credito del territorio per far sì che un numero sempre più alto di imprenditori avesse accesso al credito, soprattutto per poter continuare la propria attività in un periodo di grande crisi e crollo dei consumi”.

Fogalco fa parte di Asconfidi Lombardia, l’organismo regionale che aggrega 13 confidi del sistema imprenditoriale lombardo entrato recentemente nel novero degli intermediari finanziari vigilati ex 107.

LA MAPPA DEI FINANZIAMENTI PER CATEGORIA – Le attività di somministrazione e le strutture ricettive rappresentano oltre il 34 per cento degli affidamenti deliberati ed erogati. Crescono le richieste delle imprese dei servizi (il 14,54 per cento contro l’8,73 del 2012). Cala invece il ricorso alla Fogalco da parte delle imprese del settore alimentare (che rappresentano il 10,98 pere cento degli affidamenti contro il 13,79 registrato nel 2012), dell’abbigliamento e calzature (rappresentano il 9,63 per cento contro il 12,33 del 2012). Si riducono a meno della metà i finanziamenti garantiti a gioiellerie, oreficerie e negozi di ottica (0,92 contro l’1,92 del 2012); in calo librerie, edicole, cartolerie e tabaccherie (8,87 contro il 9,42 del 2012), agenti e promotori (0,87 contro l’1,21 dello scorso anno). Stabile, con lievissimo rialzo, la quota rivestita dal comparto degli elettrodomestici e degli arredi (4,95 contro il 4,86 del 2012).

FINANZIAMENTI PER ZONA – Crescono le richieste di finanziamenti da parte delle imprese della Val Seriana e della Val di Scalve (dal 16,42 per cento dello scorso anno al 23,23 nei primi sei mesi del 2013) e della Bassa (dal 9,39 del 2012 al 12,4 di quest’anno). Il calo maggiore di affidamenti si registra in città (dal 30,65 per cento del 2012 al 25,88 di quest’anno), nella zona dei laghi e in Val Cavallina (dal 14,61 dell’anno scorso all’11,17). Sostanzialmente stabili gli affidamenti in Valle Imagna (pari al 4,9 per cento del totale quest’anno, contro il 4,2 del 2012) e in Valle Brembana (pari al 7,08 quest’anno contro il 7,23 del 2012).

Bergamo, da lunedì asfaltature notturne in città

Lunedì cominciano le asfaltature a Bergamo BERGAMO -- Il Comune di Bergamo ha reso noto questo pomeriggio il programma degli interventi ...

Weekend in città, fra musica, feste ed eventi

Il santuario di Borgo Santa Caterina BERGAMO -- Per chi resta in città in questo agosto assolato, il cartellone di Bergamo ...