iscrizionenewslettergif
Valseriana

Caso Morandi: Valseriana ancora sotto choc

Di Redazione31 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Benvenuto Morandi

Benvenuto Morandi

CLUSONE  — Prosegue l’attività investigativa della magistratura nei confronti di Benvenuto Morandi, l’ex funzionario della filiale di Fiorano al Serio di Intesa San Paolo Private banking indagato per appropriazione indebita in merito a presunti ammanchi sui conti di alcuni clienti della banca d’investimenti.

Ieri i Carabinieri di Clusone, in collaborazione con gli uomini della Guardia di finanza, hanno perquisito l’abitazione del sindaco di Valbondione e il suo ufficio nel Comune dell’Alta Val Seriana.

Morandi era stato sospeso dalla banca il 1 luglio scorso. Una quindicina i militari che il 30 luglio hanno effettuato i controlli.  Non è stato reso noto se abbiano prelevato o meno documentazione rilevante ai fini dell’indagine.

Certo è che l’intera Val Seriana è ancora in subbuglio per una vicenda del tutto inattesa. Morandi era molto stimato in valle e negli anni era riuscito a costruirsi una serie di relazioni molto, molto estesa, basata su un’indubbia professionalità. Gli investitori, alcuni con patrimoni davvero ingenti, si fidavano quasi ciecamente di lui.

Nel tempo, grazie appunto alla sua capacità professionale, aveva acquistato credito nella comunità seriana tanto da diventare un punto di riferimento non solo economico, ma anche a livello istituzionale.

“Di Morandi si fidavano tutti: commercianti, piccoli imprenditori, industriali, associazioni, professionisti e persino operai” è la frase che ricorre più di frequente da queste parti.

Il legale difensore, l’avvocato Angelo Capelli, si dice convinto dell’estraneità del suo assistito ai fatti contestati. Alla stampa ha dichiarato che “Morandi non ha tenuto un centesimo per sé”.

Ora, sempre che le accuse siano confermate dalle indagini, la domanda che è sulla bocca di tutti in Val Seriana è perché un uomo così stimato e importante per l’economia della valle, dalle capacità elevatissime nel suo settore, sia finito in una simile vicenda?

Di certo è un dato di fatto che, contrariamente ad altri casi di cronaca, Morandi non è fuggito. Dopo la sospensione dalla banca, che dicevamo risale al 1 luglio scorso, si è chiuso nel silenzio e ha disertato gli appuntamenti istituzionali, ma pur avendo una ventina di giorni di tempo a disposizione prima delle denunce non è scappato. Anzi, “è tranquillo” sostiene il suo avvocato, ed ha accompagnato i militari nelle perquisizioni.

Cosa voglia dire lo stabiliranno le indagini, mentre la valle è sempre più sotto choc.

Scivola sul Coca: escursionista salvato dal soccorso alpino

L'intervento del soccorso alpino VALBONDIONE -- Gli uomini del soccorso alpino bergamasco hanno tratto in salvo questo pomeriggio un ...

Docente del Sarpi cade in un dirupo e muore

L'elicottero di soccorso VALBONDIONE -- Un escursionista di 50 anni è morto questa mattina intorno a mezzogiorno in ...