iscrizionenewslettergif
Politica

Pdl, la festa di Ghisalba termina con 4000 presenze

Di Redazione22 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sul palco della festa di Ghisalba Fontana, Gelmini, Piccinelli, Sorte

Sul palco della festa di Ghisalba Fontana, Gelmini, Piccinelli, Sorte

BERGAMO — “E’ stata un successo”. Così Alessandro Sorte commenta l’esito della sesta Festa Azzurra, l’ormai annuale “quattro giorni” di politica del Popolo della Libertà bergamasco che raduna amministratori e militanti da tutta la provincia e si è chiusa domenica a Ghisalba.

Nel corso delle quattro serate si sono toccati i temi più svariati, dal futuro del Popolo della Libertà con l’eurodeputata Lara Comi e il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo, agli impegni presi da Regione Lombardia per lo sviluppo del territorio bergamasco con il senatore Mario Mantovani e l’assessore alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno, ad approfondimenti su economia, tasse e lavoro insieme al viceministro Luigi Casero e Mariastella Gelmini.

“Anche quest’anno siamo riusciti a conciliare buon cibo e divertimento con ospiti di rilievo e ottimi interventi – spiega Sorte -. Questa festa è diventata una tradizione per il nostro partito, quindi mi sento in dovere di ringraziare i nostri amici e militanti di Ghisalba che ogni anno si impegnano, con successo, alla buona riuscita di questa manifestazione”.

“Sono molto soddisfatto anche per la vivacità del dibattito che si è creato con i nostri ospiti. Il ritorno a una nuova Forza Italia, una Forza Italia 2.0 come è stata da molti rinominata, è stato un argomento di discussione molto gettonato, sia tra gli ospiti che tra i militanti presenti, ma sono soddisfatto soprattutto per le proposte che sono emerse per aiutare le nostre aziende in crisi e le famiglie che a fatica arrivano dignitosamente alla fine del mese. In Regione Lombardia, ma anche in Europa e a Roma ci hanno assicurato i nostri ospiti, stiamo lavorando per i giovani, per i disoccupati e per le nostre aziende perché, come ha giustamente ricordato venerdì l’On. Gelmini, o si salva l’Italia, o si muore”, conclude Sorte.

“Mi associo ai ringraziamenti – gli fa eco Stefano Benigni, coordinatore regionale della Giovane Italia –. Gran parte del merito di questo successo va alla coordinatrice della sezione di Ghisalba, Emma Verdelli e ai suoi ragazzi. Quest’anno il movimento giovanile di Bergamo ha aperto le porte di questa manifestazione a tutte le province lombarde organizzando la prima, spero di molte, festa regionale della Giovane Italia. Non è facile avvicinare i giovani alla politica, soprattutto in un momento di disaffezione alle istituzioni come quello che stiamo vivendo, e riunire più di duecento giovani, appassionati, motivati, qui a Ghisalba a confrontarsi con giovani politici come Lara Comi, Alessandro Sorte, Alessandro Cattaneo e Pietro Tatarella su temi come lavoro, disoccupazione, militanza, è stata un’emozione e una grande soddisfazione”.

“In questi giorni abbiamo riaffermato le ragioni del nostro impegno politico – ha dichiarato il deputato Gregorio Fontana – in particolare sui temi dell’economia, e ribadito l’impegno del Popolo della Libertà sia a livello nazionale che locale. Oltre venti tra esponenti di partito, amministratori locali e personalità della società civile si sono succeduti sul palco di Ghisalba dando vita a una quattro-giorni di confronto serrato sul futuro del Paese, sugli interessi della nostra gente e sulle prospettive del partito. A coronare il successo è stata la straordinaria presenza di militanti, simpatizzanti e semplici elettori che hanno fatto registrare oltre quattromila presenze nelle quattro serate dimostrando, ancora una volta, che il nostro è un grande partito di popolo, presente sul territorio, radicato tra la nostra gente, in grado di esprimerne al meglio i valori, gli ideali e le tradizioni dell’area moderata che proprio nella nostra Provincia ha radici profonde”.

“Sono molto soddisfatto dell’ottima riuscita della Festa Provinciale PdL, bravi i volontari che si sono prodigati per quattro giorni, per rendere possibile il successo ottenuto dall’iniziativa” ha concluso il coordinatore provinciale Angelo Capelli.

Pdl al Pd: vogliamo pari ministri nel governo

Silvio Berlusconi ROMA -- Archiviata, almeno per il momento, la vicenda Alfano-Kazakistan, il Pdl va all'attacco per ...

Maroni lancia la guerra al patto di stabilità

Il governatore della Lombardia Roberto Maroni durante la sua visita a Selvino MILANO -- Obiettivo cancellare il patto di stabilità che, contrariamente agli altri Paesi d'Europa dove ...