iscrizionenewslettergif
Italia

Favoreggiamento a Cosa Nostra: assolto il generale Mori

Di Redazione17 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il generale Mario Mori

Il generale Mario Mori

PALERMO — Le accuse, infamanti per un militare del suo calibro, sono cadute. Il Tribunale di Palermo ha assolto il generale del Raggruppamento operativo speciale (Ros) dei carabinieri Mario Mori.

Mori era accusato di non avere catturato, nell’ottobre del 1995 il boss mafiosa Bernardo Provenzano consentendogli di rimanere latitante. Assolto anche il colonnello Mauro Obinu.

I due militari erano entrambi erano accusati di favoreggiamento aggravato dall’agevolazione a Cosa nostra.

La sentenza è arrivata dopo circa sette ore e mezza di camera di consiglio, dalla quarta sezione del tribunale presieduta da Mario Fontana. I due ufficiali erano presenti in aula al momento della sentenza.

L’accusa aveva chiesto 9 anni per Mori e 6 anni e mezzo per il coimputato. La formula assolutoria è stata: “Perché il fatto non costituisce reato”.

Delusione nelle file della pubblica accusa. “Siamo amareggiati – ha commentato a caldo il procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi che ha lavorato sul caso insieme al pubblico ministero Nino Di Matteo -. Adesso si tratta di capire i punti di vista di chi, come il Tribunale, ha analizzato le carte. In tutti i processi si può vincere e si può perdere ma sono importanti le motivazioni”.

Tronchetti Provera condannato per ricettazione

Marco Tronchetti Provera MILANO -- E' stato condannato dal Tribunale di Milano a un anno e otto mesi ...

Genitori separati: ecco come ottenere i contributi regionali

Il consigliere regionale Antonio Saggese MILANO -- "Regione Lombardia per il 2013, grazie all’assessore Cantù, ha stanziato un milione ...