iscrizionenewslettergif
Politica

Caso Kyenge: Calderoli indagato per diffamazione

Di Redazione17 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Calderoli

Roberto Calderoli

BERGAMO — Il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli è indagato dalla procura di Bergamo per diffamazione aggravata dall’odio razziale, in merito alle parole pronunciate sabato sera dal palco della “Festa de Treì” a Treviglio, nella Bassa bergamasca, contro il ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge.

Ieri Calderoli aveva presentato le sue scuse ufficiali a Palazzo Madama.  “Le mie – ha detto – sono state dichiarazioni che non ho difficoltà a definire sbagliate e offensive. Il presidente Napolitano si è indignato. E anche con lui mi scuso. E mi scuso anche con il Senato”.

Nonostante le scuse di Calderoli, non si placa l’ira della sinistra che continua a chiedere le dimissioni del leghista dalla vicepresidenza del Senato. Mentre Letta ha chiamato in causa anche il leader della Lega Roberto Maroni, definendolo “correo”. Per tutta risposta il governatore ha tagliato corto: “Caso chiuso”.

 

Pdl, festa di Ghisalba: aprono i giovani. C’è la Gelmini

La Gelmini alla festa di Ghisalba di due anni fa BERGAMO -- Torna anche quest'anno la festa del Pdl di Ghisalba. Da giovedì 18 luglio ...

Kazakistan, Renzi attacca Alfano e il Pd: indegni

Matteo Renzi FIRENZE -- Mentre la direzione nazionale del Pd non ha alcuna intenzione di aprire una ...