iscrizionenewslettergif
Carlo Scotti

Agire ora è un dovere morale

Di Redazione17 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Carlo Scotti Foglieni

Carlo Scotti Foglieni

Nulla è più spregevole che pensare che una parte del Paese sia in prima linea con i suoi sacrifici a combattere la crisi e un’altra si limiti a guardare o addirittura remi contro. Questa non è una crisi di governi o sindacati, di retroguardia o privilegi.

E’ una crisi del popolo, e presto sarà una crisi delle istituzioni e della politica che davvero si riflettono nel popolo, mentre le altre che vivono di proclami e poco coraggio dimostrano soltanto di non avere compreso davvero la situazione. Si tratta di parassiti che sopravvivono nel dolore, nella fatica, nei contributi e financo nella disperazione degli altri.

Se tutti fossero come loro, la crisi ci avrebbe già fatto definitivimante a pezzi. Ai pigri, ai poco coraggiosi, a quanti nascondono la loro non volontà di fare le scelte necessarie: la guerra alla burocrazia, il taglio del costo dello Stato, la difesa della sovranità e della identità del popolo italiano occorre rammentare che il loro dovere civico è di agire a fianco e nell’interesse dei cittadini onesti.

Lo esige la situazione. Lo impone il dovere morale.

Carlo Scotti Foglieni

Il prezzo di un quarto di una tazzina di caffè

Enrico LettaRiflettevo l’altra sera su questo governo e le sue continue difficoltà a parlare di taglio ...

Abbasso le pensioni, viva le auto blu

La crisi economica galoppa. Il Paese è ormai in ginocchio e, tra quanto ci raccontano ...