iscrizionenewslettergif
Politica

Genitori separati: arrivano contributi dalla Regione

Di Redazione15 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Pirellone, sede del consiglio regionale della Lombardia

Il Pirellone, sede del consiglio regionale della Lombardia

MILANO — “Per i genitori separati in gravi difficoltà economiche, grazie all’assessore Cantù, a partire da oggi è possibile presentare la domanda per ricevere un contributo economico da parte di Regione Lombardia”. Lo ricorda Antonio Saggese, consigliere regionale del gruppo “Maroni Presidente”, primo firmatario del progetto di legge in collaborazione con la Lega Nord che si pone l’obiettivo di promuovere azioni finalizzate alla tutela, soprattutto in termini economici e di autonomia abitativa, dei genitori separati.

“Per il 2013 – spiega Saggese – Regione Lombardia ha stanziato 1 milione di euro per i genitori separati con figli minori. Possono richiedere il contributo i genitori con uno o più figli minori, separati legalmente da non oltre tre anni, che si trovano, in seguito alla separazione, in situazione di grave e comprovato disagio economico”.

“Per richiedere il contributo, il genitore deve essere residente in Lombardia da almeno 5 anni, vivere in una condizione di disagio dimostrato attraverso attestazione Isee e avere sottoscritto un patto di corresponsabilità. Per le famiglie in fase di separazione, separate o divorziate, è invece possibile richiedere interventi di sostegno erogati nell’ambito delle attività consultoriali».La domanda di accesso al contributo deve essere presentata, a partire da oggi, nella Asl di residenza, presso il Consultorio pubblico o privato accreditato e a contratto che ha manifestato presso la Asl competente l’adesione all’iniziativa”.

“Si tratta di un primo importante passo per la tutela dei genitori che si trovano ad affrontare le problematiche conseguenti ad una separazione. Solo in Lombardia ci sono 1.100.000 famiglie separate o divorziate di cui circa il 60 per cento con figli, quindi oltre 1,3 milioni di genitori, i cui problemi ricadono sulle spalle di nonni, altri familiari, nuovi partner e enti caritatevoli” conclude Saggese.

Treviglio: opposizioni all’attacco su Calderoli

Il municipio di Treviglio TREVIGLIO -- I consiglieri comunali di minoranza eletti al Comune di Treviglio Ariella Borghi, Simona ...

La Lega rilancia: manifestazione il 7 settembre

Roberto Maroni MILANO -- Il caso è chiuso, per il leader della Lega Nord Roberto Maroni: Calderoli ...