iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

“Fare il Pd”: aula gremita. Scontro a distanza D’Alema-Renzi

Di Redazione5 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Scontro a distanza fra Massimo D'Alema e Matteo Renzi

Scontro a distanza fra Massimo D’Alema e Matteo Renzi

ROMA — C’erano quattro ministri, i capigruppo, numerosi big. La riunione dei bersaniani del Pd al Nazareno è stata affollatissima. Ma a far rumore sono state soprattutto le assenze, quella di Matteo Renzi in particolare.

“Non c’e’ nessun correntone anti-Renzi, lui gioca un po’ a fare la vittima ma secondo me sbaglia a non esserci”, gli manda a dire D’Alema.

A stretto giro la secca replica del sindaco di Firenze: “Non debbo chiedere il premesso a D’Alema per candidarmi. Invece di passare il pomeriggio a discutere le mosse anti Renzi, si diano loro una mossa”.

L’argomento dell’iniziativa era il congresso autunnale. “Dobbiamo trovare un nuovo collante o non si sta insieme e dobbiamo mescolarci perché negli ultimi mesi siamo finiti a comunisti e democristiani, neanche più a Ds e Margherita” ha detto Dario Franceschini.

Alla chiamata sul documento “Fare il Pd” hanno risposto in tantissimi: oltre a Pier Luigi Bersani, Massimo D’Alema, Guglielmo Epifani, i ministri Franceschini, Zanonato, Orlando e Carrozza, alcuni viceministri, come Stefano Fassina e i rappresentati di tutte le correnti del Pd, compresi i lettiani Marco Meloni e Alessia Mosca. Assenti, invece, Walter Veltroni, pronto a sostenere il sindaco di Firenze al congresso, Fabrizio Barca, Rosy Bindi (ma presenti alcuni dei suoi) e Piero Fassino.

Italia Futura si chiama fuori: strappo coi partiti

Luca Cordero di Montezemolo, presidente onorario di Italia Futura ROMA -- Italia Futura volta pagina. L'associazione fondata da Luca di Montezemolo torna alle origini ...

Pd: Civati candidato alla segreteria

Pippo Civati si candida alla segreteria del Pd ROMA -- Mentre il Pd cerca di calmare le polemiche interne di marca Renzi e ...