iscrizionenewslettergif
Esteri

Anche la Francia intercetta pc e cellulari

Di Redazione5 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sede dell'intelligence francese

La sede dell’intelligence francese

PARIGI, Francia — Anche la Francia ha un dispositivo di spionaggio su ampia scala delle telecomunicazioni, simile al sistema Prism americano. Lo sostiene l’autorevole quotidiano francese Le Monde.

Il sistema, spiega il giornale, è gestito dalla Direzione generale della sicurezza esterna (Dgse). “L’intelligence francese raccoglie sistematicamente i segnali elettromagnetici emessi da computer e telefoni nel Paese, e i flussi da e verso l’estero”.

“Il sistema non si occupa tanto del contenuto dei messaggi ma dei metadati che indicano identita’ e collocazione geografica di mittente e destinatario e altri elementi tecnici. L’obiettivo è sapere chi parla a chi per ricostituire i legami tra gli obiettivi, identificare delle ‘cellule’, metodo considerato prezioso per lottare contro il terrorismo”.

Tutti i metadati sono “compressi e stoccati a Parigi su un supercomputer capace di gestire decine di milioni di gigabyte”. Il problema però, dice ancora Le Monde, è che il sistema è “del tutto clandestino e a-legale”. La legge francese vieta infatti intercettazioni del contenuto dei messaggi, ma “non prevede niente sullo stoccaggio sistematico dei dati tecnici da parte dei servizi segreti”.

Messico, vulcano in eruzione: caos nei voli

Il vulcano Popocatepetl in eruzione CITTA' DEL MESSICO -- Caos nei cieli del Messico per l’eruzione del vulcano Popocatepetl che ...

Disastro Boeing: il pilota era al primo atterraggio

Il Boeing 777 della Asiana durante l'incidente di San Francisco SAN FRANCISCO, Usa -- Il pilota che era ai comandi dell'aereo della compagnia aerea Asiana, ...