iscrizionenewslettergif
Politica

Stucchi: senza riforme la flessibilità Ue non serve

Di Redazione4 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giacomo Stucchi

Giacomo Stucchi

ROMA — “L’annuncio dell’Ue di una maggiore flessibilità per i Paesi usciti dalla procedura di deficit eccessivo è certo una buona notizia ma non è, da sola, sufficiente a cambiare le cose”. Lo sostiene in una nota il senatore bergamasco delle Lega Nord e presidente del Copasir, Giacomo Stucchi.

“Se tale possibilità – continua il parlamentare leghista – verrà sprecata dal consueto sistema centralista che alimenta la voragine della spesa pubblica, i sacrifici di milioni di cittadini e di imprese, che negli ultimi tempi si sono letteralmente svenati per pagare una miriade di balzelli, saranno vanificati”.

“Insomma – conclude Stucchi – una maggiore discrezionalità del governo nelle politiche di bilancio servirà a poco se contemporaneamente non si metterà mano a profonde riforme su tutta la spesa pubblica che, per quanto ci riguarda, solo con l’introduzione dei costi standard potrà finalmente mantenersi sotto controllo”.

Giovane Italia Bergamo: Paganoni coordinatrice

Ariela Paganoni BERGAMO -- A seguito della nomina di Stefano Benigni a coordinatore regionale della Giovane Italia ...

Province, Pirovano: serve una riforma condivisa

Il presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano BERGAMO -- "La Corte Costituzionale ha confermato quanto ho sempre sostenuto, ovvero che la riforma ...