iscrizionenewslettergif
Politica

Taglio delle Province: la Consulta boccia la riforma

Di Redazione4 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Consulta boccia la riforma delle Province

La Consulta boccia la riforma delle Province

ROMA — Niente da fare. Nonostante gli sforzi per riformare il Paese non cambia nulla nell’assetto istituzionale. Ieri la Consulta ha dichiarato l’illegittimità costituzionale della riforma delle Province contenuta nel “decreto Salva Italia”.

Bocciato dunque il riordino delle Province, che prevedeva una riduzione in base ai criteri di estensione e popolazione. “Non è materia da disciplinare con decreto legge”, hanno stabilito i giudici costituzionali.

Regge al vaglio della Consulta la riforma della geografia giudiziaria: sono state infatti giudicate infondate le questioni sollevate dai tribunali di Pinerolo, Alba, Sala Consilina, Montepulciano e Sulmona contro la loro soppressione; inammissibile quella del Friuli Venezia Giulia. Solo Urbino si salva.

Litigio con Calderoli? Bossi smentisce

Umberto Bossi smentisce il litigio con Roberto Calderoli ROMA --  Clamorosa smentita di Umberto Bossi. Dopo il confronto al calor bianco con Roberto ...

Giovane Italia Bergamo: Paganoni coordinatrice

Ariela Paganoni BERGAMO -- A seguito della nomina di Stefano Benigni a coordinatore regionale della Giovane Italia ...