iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Gli Usa spiano anche l’Italia: 4 milioni di dati al giorno

Di Redazione1 luglio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il quartiere generale della Nsa (National Security Agency) americana

Il quartiere generale della Nsa (National Security Agency) americana

ROMA — Quattro milioni di dati intercettati al giorno. Così gli Stati Uniti spiano l’Italia. E’ quanto emerge dallo scandalo “datagate”, portato alla luce dalle rivelazioni dell’ex tecnico della Cia Edward Snowden circa il programma di intercettazione Prism e affini, messi in campo dalla Nsa (National Security Agency) americana.

Secondo quanto rivelato, gli 007 Usa erano arrivati a piazzare anche delle cimici nell’ambasciata italiana a Washington. Lo rende noto il quotidiano inglese “Guardian”, che cita documenti fatti filtrare da Edward Snowden, l’ex analista dell’agenzia americana e talpa del Datagate.

L’Europa, infuriata per le notizie sul sistematico spionaggio delle sue istituzioni, ha minacciato di far saltare i negoziati di libero scambio con gli Stati Uniti.

Ieri il settimanale tedesco “Der Spiegel”, sempre con documenti targati Snowden, ha rivelato che la Nsa attraverso il programma Boundless Informant spiava sistematicamente le comunicazioni anche in Italia e Francia, seppur in maniera minore rispetto alla Germania.

In un grafico pubblicato dal giornale emerge che tra il 10 e il 19 dicembre 2012 le intercettazioni di metadati si aggiravano costantemente intorno ai 4 milioni al giorno, per poi calare rapidamente fino ad arrivare a zero il 25 dicembre.

L’aumento dell’Iva slitta ad ottobre

L'aumento dell'Iva slitta ad ottobre ROMA -- Slitta l'aumento di un punto dell'Iva. Il Consiglio dei ministri ha deciso ...

Terremoto allo Ior: si dimettono direttore e vice

Lo Ior, la banca del Vaticano CITTA' DEL VATICANO -- Nuovo terremoto ai vertici finanziari del Vaticano. Ieri il direttore generale ...