iscrizionenewslettergif
Politica

Belotti nuovo segretario della Lega da battaglia

Di Redazione29 giugno 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Daniele Belotti, nuovo segretario provinciale della Lega di Bergamo

Daniele Belotti, nuovo segretario provinciale della Lega di Bergamo

BERGAMO — “Una Lega da battaglia, pronta a fare la guerra contro i nuovi nemici che non sono quelli di Roma cialtrona, ma quelli del quarto Reich che da Bruxelles stanno affamando i nostri cittadini, ammazzando le nostre imprese”. Riparte da qui, dalle parole che scaldano la platea del segretario della Lega Lombarda Matteo Salvini, la nuova Lega che oggi si è riunita a Brembate Sopra per celebrare il congresso provinciale, in uno dei momenti più difficili della sua storia.

La sfida fra Daniele Belotti e Raffaella Bordogna ha visto prevalere il primo. Su 809 votanti, Belotti ha incassato 549 preferenze contro le 197 della sua avversaria. Venticinque le schede bianche.

L’ex assessore regionale succede a Cristian Invernizzi, commosso nel suo discorso finale di ringraziamento, da segretario uscente è stato il più applaudito.

Nel palazzetto, presenti tutti i vertici della Lega bergamasca. Da Giacomo Stucchi a Roberto Calderoli, passando per Nunziante Consiglio e i consiglieri regionali Silvana Santisi Saita e Roberto Anelli. Presenti anche il presidente della Provincia Ettore Pirovano e gli assessori di via Tasso Lanzani e Marcassoli, nonché il presidente del consiglio comunale di Bergamo Guglielmo Redondi.

Sette gli interventi dei militanti prima che i due contendenti alla segreteria prendessero la parola. Alcuni dai toni fin troppo accesi, altri più ragionati e pacati. Tutti però accomunati da un richiamo: a quell’unità senza la quale il movimento rischia di disintegrarsi.

Richiamo all’unità che la base bergamasca mostra di apprezzare e a cui si dice disposta a convergere subito dopo l’elezione del nuovo segretario, “perché gli obiettivi e i nemici sono altri ed esterni alla Lega”. E lo sa bene anche Salvini che dal microfono dice: “stasera sarò a un comizio con Umberto Bossi, al quale dobbiamo tutto. Ma non potrò fare a meno di dirgli di smetterla, perché con le interviste rilasciate di recente sta sfasciando tutto”.

Poi i punti politici della nuova Lega targata Maroni che, a detta di Salvini, dovrà essere più cattiva che in passato. “Mai più al governo a Roma cialtrona. E guerra aperta contro il nuovo nemico, che sta più a Nord, che è intelligente e pericolosissimo, si muove attraverso le banche e sta massacrando le imprese e il popolo lombardo”.

Il solco da Roma è ormai netto e, pur tenendo i piedi in parlamento, la partita la Lega vuole giocarla al Nord. “Dopo vent’anni ci siamo resi conto che le regole da dentro in Italia non si cambiano. Dobbiamo essere pronti, con coraggio, alla disobbedienza – spiega Salvini – pur sapendo che non sarà indolore e che avrà conseguenze anche pesanti. Ma se ci impediranno di togliere il ticket sanitario noi lo toglieremo lo stesso. Se ci impediranno di diminuire il bollo auto lo faremo lo stesso. Ci manderanno la Finanza, ci faranno arrestare, ma la nostra è una battaglia per la libertà del nostro popolo. Sarà lunga ma la combatteremo”.

Salvini mostra determinazione: “Chiameremo il Nord a disubbidire. In prima linea dovranno esserci quelli che hanno incarichi: i parlamentari, i presidenti, i sindaci e i segretari. Se ci sarà da rimetterci qualcosa ce la rimetteremo. Se ci sarà da passare qualche ora, qualche giorno, qualche settimana in galera, sono il primo ad essere disposto a farlo. Iniziamo a dire di no”.

L’obiettivo del prossimo anno è conquistare “tutti i 180 comuni della Bergamasca con il simbolo della Lega” lavorando sul territorio e fra la gente. Ma prima, annuncia Salvini, “abbiamo in programma una grande manifestazione il 1 dicembre, in cui chiameremo in piazza non solo i leghisti, ma anche i lavoratori, i disoccupati, gli imprenditori. Come Lega guideremo la rivolta delle persone per bene”.

Wainer Preda

Berlusconi molla il Pdl e rilancia Forza Italia

Berlusconi torna a Forza Italia ROMA -- Il tempo del Pdl, inteso con Popolo della libertà partito unico del centrodestra, ...

Congresso della Lega: la fotogallery

Il congresso della Lega a Brembate Sopra BERGAMO -- Ecco alcune immagini del congresso della Lega che si è tenuto oggi a ...