iscrizionenewslettergif
Bergamo

Studenti al fianco dei pompieri per un giorno

Di Redazione27 giugno 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'intervento degli agenti teenager con i vigili del fuoco al rondò delle Valli

L’intervento degli agenti teenager con i vigili del fuoco al rondò delle Valli

BERGAMO — Giornata “di fuoco” per i protagonisti di “On The Road 2013”. Dieci studenti, delle province di Bergamo e Milano, hanno affiancato i vigili del fuoco nella loro attività quotidiana al comando provinciale di via Codussi.

“On the Road” educa alla sicurezza sulla strada e alla legalità in modo pratico, coinvolgendo studenti delle scuole secondarie di secondo grado e studenti dell’Università degli Studi di Bergamo, in strada a fianco della polizia Locale, ma non solo.

Dopo “On The Road Hospital Day”, svoltosi il 26 giugno scorso all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, in cui i giovani hanno potuto conoscere e interfacciarsi con le realtà del Pronto Soccorso e dei reparti di Traumatologia, Terapia intensiva e del Coordinamento prelievo e trapianti di organi e tessuti, i ragazzi impegnati nel progetto “On the Road” hanno vissuto oggi una nuova ed emozionante esperienza formativa.

La giornata presso il comando provinciale dei vigili del fuoco di Bergamo è iniziata alle ore 8,00 con l’accoglienza dei protagonisti di “On The Road” da parte del capoturno Domenico Remonti. E stata poi la volta del comandante Giulio De Palma che ha spiegato ai ragazzi le procedure che vedono impegnati tutti i giorni gli uomini del Corpo di sicurezza nazionale.

I ragazzi con i vigili del fuoco di Bergamo

I ragazzi con i vigili del fuoco di Bergamo

“Siamo lieti ed onorati di esser parte di questo progetto – ha dichiarato De Palma – . Rendere i giovani partecipi della nostra realtà è per noi un onore e per i ragazzi di “On The Road” un ulteriore arricchimento del loro bagaglio di esperienze. La nostra quotidianità è fatta principalmente di attesa di una chiamata di soccorso, soccorso inteso a 360°, con l’auspicio che non vi siano situazioni di particolare gravità. Capita perciò di interfacciarsi con le più disparate situazioni di soccorso, dalle più banali, come ad esempio il caso di una signora rimasta chiusa fuori casa, a situazioni più estreme, come incendi o incidenti stradali. Nei casi più complicati ci coordiniamo con le altre forze di soccorso come le Forze di Polizia o il soccorso sanitario. Per questo occorre coordinamento e sinergia nel nostro operato, al fine di risolvere ogni situazione nel miglior modo possibile”.

La giornata è proseguita con la dimostrazione pratica di alcune tecniche di intervento. Tra questa la manovra Saf (Speleo Alpino Fluviale) che consiste nell’imbracatura e messa in sicurezza, su di un’apposita lettiga di salvataggio, della persona soccorsa. Una manovra utilizzata anche in caso di terremoto e che i ragazzi hanno potuto mettere in pratica direttamente, calandosi sia nei panni della persona soccorsa, sia nelle vesti di pompiere, sempre seguiti dal personale di turno. Tutte le operazioni sono state messe in atto dal castello di manovra, struttura utilizzata per le esercitazioni dei vigili del fuoco all’interno del comando.

Le altre prove pratiche hanno visti cimentarsi i ragazzi nell’utilizzo dell’estintore e dell’autopompa. Ai giovani protagonisti è stato poi spiegato il funzionamento dei vari mezzi d’intervento utilizzati dal Corpo dei Vigili del Fuoco, tra i quali l’autobotte, l’autoscala, l’autogru, i mezzi nautici e di movimento terra.

Nel primo pomeriggio è scattato l’allarme per un intervento vero. Agenti teenager e reporter hanno raggiunto il rondò delle valli di Bergamo insieme ai vigili del fuoco, chiamati a spegnere l’incendio di un’autovettura d’epoca che, mentre stava affrontando la rotatoria, ha preso fuoco. Il tempestivo intervento dei pompieri, attorno alle 15, ha permesso di evitare che il fuoco avvolgesse completamente la preziosa autovettura. Illeso il conducente che, fortunatamente, è riuscito ad allontanarsi dal veicolo in fiamme. Nessun’altra persona o mezzo è stato coinvolto.

I giovani protagonisti di “On The Road 2013”, progetto educativo dedicato alla sicurezza stradale ed educazione alla legalità, continueranno a prestare servizio presso i comandi di polizia locale della Bergamasca e del Milanese fino al 20 luglio. Le prossime attività che li vedranno impegnati saranno a fianco dei professionisti della centrale operativa Areu 118 Bergamo, della Polizia Provinciale, della Guardia di Finanza e del Nucleo Sommozzatori di Treviglio.

Chiusura S.Caterina: modifiche alla linea 2

atb BERGAMO -- L'azienda municipalizzata dei trasporti Atb comunica che i giorni 28 giugno, 5–12–19-26 luglio ...

Schianto nella notte: muore motociclista di 26 anni

Schianto nella notte: muore motociclista a Bergamo BERGAMO -- Un motociclista di 26 anni ha perso la vita ieri notte in un ...