iscrizionenewslettergif
Provincia

Bergamasca uccisa a Lanzarote: condannato senegalese

Di Redazione21 giugno 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Puerto del Carmen, sull'isola di Lanzarote

Puerto del Carmen, sull’isola di Lanzarote

BERGAMO — E’ stato condannato a 18 anni e 4 mesi di carcere Mor Ndao, il senegalese accusato di aver ucciso la compagna bergamasca Marta Serighelli nell’ottobre del 2011.

L’omicidio, ricorderete, era avvenuto sull’isola spagnola di Lanzarote, a Puerto del Carmen. La poveretta era stata strangolata con un cavo elettrico.

Sulla testa del senegalese, 33 anni, pendeva l’accusa di omicidio aggravato e vilipendio di cadavere.

L’uomo ha perso anche la patria potestà sulla figlioletta nata dal rapporto con la compagna bergamasca, originaria di Osio Sotto. Inoltre per 25 anni non potrà avvicinare la famiglia della donna assassinata e tantomeno la bimba.

Dopo il verdetto di colpevolezza emesso della giuria popolare, il tribunale ha emesso la sentenza di condanna che comprende anche un risarcimento di 200mila euro alla bambina che ora vive in Italia con i familiari della madre.

Bergamo, un’associazione no-profit ogni 152 abitanti

A Bergamo e provincia un'associazione no-profit ogni 152 abitanti BERGAMO -- Cala il numero di associazioni no-profit in Lombardia. Negli ultimi 10 anni la ...

Bergamasco trovato morto sotto un ponte in Sardegna

Bergamasco trovato morto in Sardegna BERGAMO -- È di un uomo di origini bergamasche il corpo senza vita trovato sotto ...