iscrizionenewslettergif
Politica

Legittimo impedimento: respinto il ricorso di Berlusconi

Di Redazione20 giugno 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

ROMA — La Corte costituzionale ha respinto il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato sul mancato riconoscimento del legittimo impedimento presentato dell’ex premier Silvio Berlusconi a comparire nell’udienza del processo Mediaset – del primo  marzo 2010 – in quanto impegnato a presiedere un Consiglio dei ministri non programmato.

“Dalla discesa in campo ad oggi – afferma Silvio Berlusconi in una nota – la mia preoccupazione preminente è sempre stata ed è il bene del mio Paese. Perciò anche l’odierna decisione della Consulta, che va contro il buon senso e tutta la precedente giurisprudenza della Corte stessa, non avrà alcuna influenza sul mio impegno personale, leale e convinto, a sostegno del governo né su quello del Popolo della Libertà”.

“E ciò nonostante continui un accanimento giudiziario nei miei confronti che non ha eguali nella storia di tutti i Paesi democratici. Questo tentativo di eliminarmi dalla vita politica che dura ormai da vent’anni, e che non è mai riuscito attraverso il sistema democratico perché sono sempre stato legittimato dal voto popolare non potrà in nessun modo indebolire o fiaccare il mio impegno politico per un’Italia più giusta e più libera”, conclude Berlusconi.

Sondaggi: Pd e Pdl avanti, arretra il M5s

Testa a testa fra Pd e Pdl nei sondaggi di questa settimana ROMA -- Pd e Pdl vicini nel gradimento degli italiani, Movimento 5 stelle in calo. ...

Fontana (Pdl): leso principio di collaborazione fra poteri

Gregorio Fontana ROMA -- "La decisione della Corte costituzionale conferma una pregiudiziale ostilità politica nei confronti di ...