iscrizionenewslettergif
Esteri

Uccide la sorellina per imitare il wrestling

Di Redazione19 giugno 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La polizia di New Orleans

La polizia di New Orleans

NEW ORLEANS, Usa — Un ragazzino di 13 anni ha ucciso la sorellina di 5 a colpi di wrestling. E’ accaduto a New Orleans, negli Stati Uniti.

Il tredicenne ha preso la bambina e la sbattuta più volte contro il muro, sferrandole colpi e gomitate al volto. Il giovane è stato arrestato.

I due, per motivi in corso d’accertamento, erano stati lasciati soli dai genitori. Il delitto è stato commesso domenica. Ad avvertire i soccorsi è stata una chiamata partita dall’abitazione. Quando la polizia è arrivata sul posto la bambina era ancora viva, ma è spirata durante la corsa in ospedale a causa delle fratture riportate, con costole rotte, lacerazioni al fegato ed emorragie interne.

Il ragazzino ha confessato di aver usato il letto come un ring del wrestling visto in tv. E di aver ripetutamente percossa la bambina per spirito di emulazione dei campioni.

Usa: sventati attentati a metrò e Borsa New York

National security agency (Nsa) NEW YORK, Usa -- Grazie al programma Prism, con cui la National Security Agency ha ...

Svolta in Afghanistan: negoziato di pace Usa-Talebani

Truppe Usa KABUL, Afghanistan -- Dopo 12 anni di guerra e combattimenti con migliaia di morti, c'è ...