iscrizionenewslettergif
Politica

Lega, diktat di Maroni: congelato il congresso

Di Redazione17 giugno 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Maroni

Roberto Maroni

MILANO — Addio congresso, almeno per ora. I timori di una drammatica spaccatura del partito e di una resurrezione del leader storico e fondatore della Lega Umberto Bossi, hanno fatto decidere al segretario Roberto Maroni uno slittamento del congresso del Carroccio.

Congelata dunque l’ipotesi di congresso anticipato all’anno prossimo, Maroni resterà segretario “‘fin che serve” ha detto egli stesso al termine della assemblea degli eletti che si è tenuta ieri a Milano.

Le voci di una possibile scissione dei bossiani sono sempre molte. E che la tensione sia altissima lo si legge dalle parole stesse di Maroni. “Continuerò finché serve a fare il segretario, diventando più cattivo come mi han chiesto per garantire l’unità”.

Maroni ha riferito di aver personalmente “posto la questione del congresso e del segretario federale”, ma di aver ricevuto sollecitazioni particolari dai suoi dirigenti. “Mi e’ stato chiesto di rimanere fino alla scadenza del mandato – ha spiegato -. E io ho detto che l’impegno da governatore rende difficile fare anche il segretario federale ma ho preso queste richieste e ho detto va bene, decido io quando sarà il momento’ di fare il congresso”.

Il leader della Lega ha ribadito che comunque il suo successore dovrà essere “giovane”, spiegando che lui però resterà ancora finché sarà necessario per risolvere le criticità, “perché un movimento che litiga e non è unito non prende voti. E resterò con pieni poteri nel fare quello che serve per il bene della Lega”.

Questo “decreto del fare” non salverà il Paese

Enrico Letta ROMA -- Meglio qualcosa che niente, per carità. Ma la sensazione netta è che la ...

Casapound ripulisce la Gera d’Adda: trovato anche eternit

I ragazzi di Casapound ripuliscono la Gera d'Adda BERGAMO -- Dal bicchiere di carta agli pneumatici. E, ancora, batterie di automobili e, per ...