iscrizionenewslettergif
Politica

Renzi: non voterei l’ineleggibilità di Berlusconi

Di Redazione10 giugno 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Matteo Renzi

Matteo Renzi

FIRENZE — “Se fossi senatore non voterei l’ineleggibilità di Silvio Berlusconi”. Lo ha detto il sindaco di Firenze e papabile candidato alla segreteria del Pd Matteo Renzi.

“Dovevamo farlo subito, 19 anni fa – spiega Renzi -. Non è che dopo 19 anni che ti batte ti inventi il giochino per tenerlo fuori dal Parlamento”.

“Noi vinceremo quando vinceremo le elezioni, non quando teniamo fuori gli altri”, ha spiegato Renzi affermando anche che sarebbe contrario alla nomina del Cavaliere a senatore a vita.

Quanto al prossimo congresso del Pd, Renzi è stato chiaro: “Epifani fissi la data delle primarie aperte. Ma soprattutto prima fissi regole, poi vediamo. Stavolta non mi faccio fregare, prima si fanno le regole e poi dico se mi candido”.

Il Pd, secondo Renzi, deve “risvegliare la speranza di un Paese rannicchiato e deluso. Se ci riusciamo diventiamo in dieci anni la guida d’Europa”.

Sorte (Pdl): i miei primi 100 giorni in Regione

Alessandro Sorte TREVIGLIO -- Nutrita partecipazione ieri martedì sera al convegno organizzato presso la Cassa Rurale di ...

Longuelo senza minimarket: odg della Lega

Alberto Ribolla BERGAMO -- Il capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale a Bergamo Alberto Ribolla ha ...