iscrizionenewslettergif
Esteri

La sonda Voyager ai confini del sistema solare

Di Redazione30 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sonda Voyager vicina ai limiti del sistema solare

La sonda Voyager vicina ai limiti del sistema solare

WASHINGTON, Usa — Dopo 36 anni di viaggio spaziale alla velocità di 60mila chilometri all’ora, la sonda spaziale Voyager 1 si prepara ad avvicinarsi ai limiti esterni del sistema solare.

La sonda si trova a 11 miliardi di miglia dal sole. E dire che si tratta di una macchina costruita negli anni Settanta. “Attualmente sta viaggiando nella bolla che il Sole crea intorno a sé. All’esterno vi è spazio interstellare,” hanno spiegato in estrema sintesi gli scienziati della Nasa.

Voyager 1 e la sua arte sorella, la Voyager 2, sono state lanciate nel 1977 con l’obiettivo di dare uno sguardo da vicino al sistema solare. Le sonde portano con sé un disco d’oro con le immagini ei suoni della Terra. Sia mai che incontrassero qualcuno là fuori.

I dati raccolti invece vengono registrati ancora su un vecchio nastro ad 8 tracce. Attraverso questi dati, gli scienziati hanno scoperto che i vulcani attivi maggiori nel sistema solare sono quelli di una luna di Giove chiamato Io, che ha dieci volte l’attività vulcanica della Terra.

La sonda Voyager ha spiegato anche il mistero della grande macchia rossa di Giove, una delle imponenti tempeste del pianeta gigante. E poi gli anelli di Saturno, meravigliose strisce di ghiaccio e detriti.

Ora il Voyager ha passato Plutone e si avvicina al bordo esterno del sistema solare. “Entro il 2025, dovremo spegnere l’ultimo strumento. Sarà la fine della più incredibile missione spaziale effettuata da strumenti umani”, hanno spiegato gli scienziati.

Stando alla previsioni la Voyager, raggiunto lo spazio interstellare, finirà per orbitare intorno al centro della galassia, in silenzio. Prima però dovrà superare la cosiddetta nube di Oort, zona da cui hanno origine comete di lunghissimo periodo.

Il tragitto non sarà breve. In effetti, alla velocità attuale ci vorranno altri 17.500 anni (più o meno) per andare oltre la nube di Oort esterna.

Messico, uragano sulle coste: turisti evacuati

L'uragano Barbara sulle coste del Messico ACAPULCO, Messico -- Il primo uragano della stagione ha colpito le località turistiche della costa ...

Assad: ho ricevuto missili antiaerei dalla Russia

Missili russi S-300 DAMASCO, Siria -- Il presidente siriano Bashar Assad ha dichiarato pubblicamente di aver ricevuto nuove ...