iscrizionenewslettergif
Esteri

Londra, attentato islamico: soldato decapitato col machete

Di Redazione23 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'attentato di Londra

L’attentato di Londra

LONDRA, Gran Bretagna — Si sono fatti riprendere in un video dai passanti, poco dopo aver decapitato un soldato inglese, ancora sporchi di sangue e con in mano coltelli, machete e mannaia. Non è accaduto in uno sperduto paese dell’Africa nera, bensì ieri pomeriggio a Londra.

Autori della terrificante aggressione due uomini che successivamente sono stati colpiti e catturati dalla polizia. Uno di loro è grave. Secondo quanto affermato dal premier inglese David Cameron, sarebbero due terroristi islamici.

Circostanza confermata dai testimoni che avrebbero sentito i due gridare “Allah akbar (Allah è grande)” durante la macabra aggressione in cui hanno fatto a pezzi il povero soldato a colpi di machete.

Il fatto è avvenuto alle 14.30 a Woolwich, periferia multietnica del sud-est di Londra, sede anche di una caserma. A terra un uomo con indosso una maglietta con la scritta ‘Help for Heros’, lo slogan che caratterizza una nota associazione per i soldati feriti in guerra sostenuta dalla famiglia reale.

I testimoni parleranno di un corpo “decapitato”, raccontando di un’aggressione feroce e cruenta, perpetrata da due individui di origine africana che avrebbero investito la vittima con una vettura prima di saltarle addosso e massacrarla.

Secondo le ultime notizie, uno dei due terroristi sarebbe di origine nigeriana. Si tratterebbe di un convertito all’Islam.

Secondo alcune testimonianze, i due presunti aggressori avrebbero fermato dei passanti e chiesto loro di essere fotografati. Un filmato mostra in effetti scene dell’attacco. La visione è sconsigliata a persone impressionabili.

Intanto è partita la reazione anti-Islam. Ieri sera due uomini sono stati arrestati dalla polizia britannica per due distinti tentativi di attacco in altrettante moschee, denunciati come “rappresaglie”. Uno dei due fermati, 43 anni, avrebbe cercato d’appiccare un incendio dopo essere entrato in una moschea con in mano un coltello, in Essex. L’altro pare volesse danneggiare una moschea nel Kent.

Tornado Oklahoma fra i più forti mai registrati (video)

Il terribile tornado di Oklahoma City OKLAHOMA CITY, Usa -- E' stato uno dei tornado più devastanti mai registrati. Il giorno ...

Boston, amico dell’attentatore ucciso in interrogatorio

Ibragim Todashev, il ceceno ucciso dagli agenti Fbi ORLANDO, Usa -- L'Fbi lo stava interrogando in merito a un triplice omicidio in cui ...