iscrizionenewslettergif
Politica

Berlusconi teme aggressioni: stop uscite pubbliche

Di Redazione23 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Berlusconi alla manifestazione di Brescia

Berlusconi alla manifestazione di Brescia

ROMA — Dopo le intemperanze e le violente contestazioni di Brescia, Silvio Berlusconi ha deciso di annullare i suoi comizi pubblici.

La decisione è arrivata per tutelare l’incolumità personale del Cavaliere “dal clima di odio creato nel Paese”.

“Il mio partito ha ritenuto che io non proseguissi gli impegni già fissati. Mi dispiace” ha detto il leader del Pdl durante una telefonata ai militanti riuniti ad Aosta.

Berlusconi comunque parteciperà alla manifestazione a favore della ricandidatura di Gianni Alemanno a sindaco di Roma, che si terrà al Colosseo. E proprio su quest’iniziativa fioccano le polemiche.

La chiusura del Colosseo, del Foro romano e del Palatino decisa dalla questura di Roma per il comizio finale del candidato del centrodestra al Campidoglio, Gianni Alemanno, che si terra’ nei pressi dell’Anfiteatro Flavio venerdì, causerà per la Soprintendenza ai beni archeologici di Roma “un danno economico pari ad almeno 50mila euro”. Lo afferma in una nota la soprintendente, Mariarosaria Barbera: “Incalcolabile, invece, il danno d’immagine”.

I grillini attaccano: Italia “scendiletto” dei banchieri

Il deputato del Movimento 5 Stelle Carlo Sibilia ROMA -- Meno di sette minuti per "inchiodare" il presidente del Consiglio Enrico Letta alle ...

Stucchi: dal governo soluzioni minimaliste sull’economia

Giacomo Stucchi ROMA -- "Dinanzi al grido di dolore del leader di Confindustria Giorgio Squinzi non possiamo ...