iscrizionenewslettergif
Italia

Uccise ragazza e la gettò nel Po: condannato

Di Redazione17 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gettò una ragazza nel Po: condannato

Gettò una ragazza nel Po: condannato

TORINO — Diciassette anni e 8 mesi di carcere. E’ questa la condanna affibbiata a un trentunenne egiziano accusato di aver ucciso la compagna e di averla gettata nel Po.

La sentenza è stata emessa dal giudice per l’udienza preliminare Rosanna La Rosa, dopo un processo con rito abbreviato. Il pubblico ministero Paolo Cappelli aveva chiesto l’ergastolo.

Secondo le indagini, l’egiziano uccise con 19 coltellate la giovane donna con cui aveva una relazione sentimentale, la marocchina Laila Mastari di 24 anni.

Dopodiché trasportò il corpo senza vita della poveretta su un carrello da supermarket per oltre un chilometro, fino a gettarlo nel fiume Po. L’uomo ha confessato poco dopo l’omicidio.

Abusa della moglie e della cognata: arrestato

Abusa della moglie e della cognata: arrestato REGGIO EMILIA -- Avrebbe abusato per anni della moglie e della cognata. Con questa accusa, ...

Parapendio precipita nel Casertano

Parapendio precipita a Caserta CASERTA -- Si trova ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Caserta il turista tedesco che ...