iscrizionenewslettergif
Bergamo

Medici: i tumori renali ai mercoledì dell’Ordine

Di Redazione17 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'urologo Alessandro Piccinelli

L’urologo Alessandro Piccinelli

BERGAMO — Si parlerà di urologia e trattamento dei turmori renali nel prossimo appuntamento dei “Mercoledì dell’Ordine”, organizzato dall’Ordine dei medici di Bergamo. All’incontro sarà presente Alessandro Piccinelli, responsabile Unità operativa di urologia della Clinica Castelli, Bergamo.

L’appuntamento è per il 22 maggio 2013 (inizio alle 20.30) presso la sede dell’Ordine dei Medici della Provincia di Bergamo, in via Manzù 25 a Bergamo.

Introdurrà Roberto Sacco, responsabile Unità operativa di chirurgia generale, coordinatore Dipartimento area chirurgica, sempre della Clinica Castelli.

Il trattamento chirurgico del tumore renale si è modificato negli anni. L’obiettivo unico e primario di asportare il rene malato che ha spinto a definire negli anni 70 come standard terapeutico per tumori di qualsiasi dimensione e grado la nefro-surrenalectomia allargata si è confrontato nel tempo fino ai giorni nostri con concetti emergenti quali: il risparmio di unità nefroniche al fine di preservare nel tempo la riserva funzionale renale, nuovi dati epidemiologici che hanno documentato la diagnosi preponderante di neoplasie di dimensioni inferiori ai 4 cm e asintomatiche, il concetto di mininvasività che è divenuto ai giorni nostri un obiettivo importante per ogni chirurgo e la dimostrata efficacia oncologica di nuove tecnologie ed energie.

Il confronto con queste tematiche emergenti ha spinto alcuni chirurghi ad intraprendere nuove strade per curare i loro pazienti e ciò ha portato alla standardizzazione di metodiche chirurgiche innovative quali la nefrectomia parziale proposta dapprima nei pazienti mono-rene e poi per qualsiasi paziente con tumore di dimensioni inferiore ai 4 cm, l’applicazione della videolaparoscopia alla chirurgia oncologica renale con risultati di grande soddisfazione per i pazienti ed infine terapie che comportano la distruzione del tessuto tumorale grazie all’uso di energia termica (crioterapia) e radiofrequenza, con risultati oncologici sorprendenti.

Le opzioni terapeutiche di provata efficacia oncologica disponibili sono ormai numerose ed è compito del medico consigliare ogni paziente per aiutarlo a scegliere la metodica più adatta.

Bergamo, fine settimana di piogge e temporali

Fine settimana di piogge e temporali a Bergamo BERGAMO -- Dopo i temporali della scorsa notte, sarà un fine settimana decisamente bagnato quello ...

Bergamo, rapina col piccone al casello della A4

Bergamo, rapina col piccone al casello dell'autostrada BERGAMO -- Momenti di terrore al casello di Bergamo dell'autostrada A4 di Bergamo. Un uomo ...