iscrizionenewslettergif
Politica

Dalmine, l’opposizione attacca: rischio paralisi politica

Di Redazione16 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Comune di Dalmine

Il Comune di Dalmine

DALMINE — Minoranze in consiglio comunale all’attacco a Dalmine. “E’ da quasi un anno, dal famoso congelamento della Giunta da parte del sindaco Terzi, che l’amministrazione Lega-Pdl di Dalmine è più impegnata nel dirimere problemi politici al suo interno, piuttosto che nell’amministrare il nostro Comune”. Lo dicono, in un comunicato congiunto, Partito Democratico, Lista Bruschi, Dalminechiara e Giovani per Dalmine.

“L’assessore Iodice si è dimesso pochi giorni fa, accusando pubblicamente la maggior parte degli esponenti del suo stesso partito, il Pdl, di averlo costantemente osteggiato. L’assessore Bolognini è stato di fatto sfiduciato dall’intero gruppo consiliare della Lega Nord, in seguito alla scoperta di un palese conflitto di interessi con la sua attività professionale privata. Ultimo, ma non meno importante, è il perdurare della doppia carica del sindaco Terzi, che da quasi due mesi svolge anche la funzione di assessore Regionale” sostiene l’opposizione in consiglio comunale.

“Con l’approvazione del bilancio preventivo alle porte – prosegue – sentiamo la necessità di chiedere con forza che questa amministrazione abbia il buon senso di uscire al più presto dalla paralisi politica creata dai suoi stessi rappresentanti”.

“Per questo ribadiamo pubblicamente la nostra esortazione al sindaco Terzi affinché provveda a ritirare le deleghe all’assessore Bolognini, come richiesto in una mozione approvata a maggioranza dal consiglio comunale lo scorso 16 aprile. Chiediamo inoltre che venga al più presto convocato il Consiglio Comunale straordinario già richiesto dalle minoranze, affinché si possa finalmente concludere la procedura di decadenza per incompatibilità del sindaco Terzi, avviata il 16 aprile sempre su iniziativa delle minoranze”.

“Solo in questo modo l’azione amministrativa del Comune di Dalmine potrà tornare a una sua normalità istituzionale, rimuovendo tutti quegli ostacoli che tengono in scacco la giunta da ormai un anno”, conclude la minoranza.

Grillo attacca: Berlusconi vuole votare a ottobre

Beppe Grillo, berlusconi ANCONA -- Beppe Grillo è tornato in piazza, ad Ancona, per sostenere il suo candidato ...

Il Pdl insiste: via l’Imu o il governo cade

Renato Brunetta ROMA -- "Entro agosto bisogna fare la riforma complessiva della tassazione degli immobili, compresi i ...