iscrizionenewslettergif
Cultura

Tornano le “Letture amene” al Circolino e in carcere

Di Redazione15 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Letture amene sotto il berceau del Circolino

Letture amene sotto il berceau del Circolino

BERGAMO — A partire da Martedì 21 maggio tornano le “Letture amene sotto il berceau” del giardino del Circolino di Città Alta. La rassegna letteraria quest’anno sarà composta da 10 incontro, in programma fino al 3 luglio, tra cui le letture in carcere.

Gli incontri estivi con gli scrittori contemporanei, organizzati dal 2004 presso il Circolino dalla Cooperativa Città Alta e divenuti un appuntamento fisso a partire dal 2008, sono anche quest’anno molto attesi.

“Letture amene sotto il berceau” allieta i pomeriggi e le serate estive dei frequentatori del Circolino di Città Alta da ormai otto edizioni. Ciò che da sempre caratterizza la rassegna è l’incontro tra gli scrittori e i lettori di libri e romanzi, lettori diversi per età, gusti ed estrazione sociale, ma accomunati dalla passione per la lettura e la letteratura.

Organizzate da Mimma Forlani, le letture offrono al pubblico un’occasione unica per scoprire un libro in presenza dello stesso autore. Grazie all’ascolto di alcuni frammenti di un racconto, valorizzato dalla lettura espressiva di Diego Bonifaccio e di Aide Bosio, gli incontri si trasformano così in esplorazione di nuove terre e di vite sconosciute.

Va inoltre sottolineato l’importante lavoro di Gigi Corsetti che ha ormai un archivio di memorie raccolte nelle registrazioni video e nel ricco album fotografico. Le sue immagini, che fissano momenti salienti dei vari incontri, sono esposte in mostra estemporanea, prima di ogni incontro, per la gioia di lettori e scrittori.

Questa ottava edizione della rassegna, dedicata a Giuseppe Pontiggia nel decennale della sua scomparsa, è ricca nel numero degli incontri e varia nelle proposte. Si divide infatti in sette appuntamenti settimanali, in programma ogni martedì dal 21 maggio al 2 luglio, sempre alle ore 18, sotto il pergolato di vite canadese del Circolino di Città Alta, e in tre appuntamenti in programma il 19, 26 giugno e 3 luglio, presso il carcere cittadino di via Gleno, per un totale di dieci incontri.

Il percorso delle “Letture amene” quest’anno si arricchisce perciò di tre incontri all’interno delle mura carcerarie dove i detenuti si addentreranno, a loro volta, tra le pagine degli stessi libri. Dopo l’esperienza de “I libri d’aria” dell’ottobre dello scorso anno, gli ospiti della Casa Circondariale di via Gleno di Bergamo potranno perciò confrontarsi nuovamente con gli scrittori. In questo modo intrecceranno un dialogo con gli stessi autori, partendo proprio dai commenti nati durante e dopo la lettura dei libri regalati alla biblioteca del carcere dalla Cooperativa Città Alta nell’ambito de “I libri d’aria”, iniziativa fortemente voluta dalla Cooperativa Città Alta.

Le letture in carcere, entrano così a fare parte a pieno titolo delle “Letture amene”. Un ulteriore tassello della già lunga collaborazione con il carcere che ha nella Cooperativa un partner attivo ed attento per il reinserimento nel mondo lavorativo degli ex detenuti.

La rassegna ha nell’Associazione “Il Cavaliere Giallo” uno sponsor amico di lunga data, ed ha con “Li.ber” un’appassionata collaborazione per la vendita dei libri. «Perché in Italia, soprattutto oggi – afferma Mimma Forlani, coordinatrice della manifestazione – c’è bisogno di più libri e naturalmente di più lettori che “cerchino libri come piaceri golosi non come strumenti. Piaceri golosi, furtivi, inesauribili.” – come scrisse il lettore onnivoro, Giuseppe Pontiggia, ne L’isola volante -. Una citazione che, più che una promessa, è un impegno che lega gli organizzatori ai lettori».

Molti sono gli scrittori conosciuti in questi anni dai frequentatori del Circolino, che hanno ascoltato gli stessi autori leggere passi dei loro libri sorseggiando un aperitivo sotto il berceau. «E poi dopo ogni incontro al Circolino, – aggiunge Mimma Forlani – per chi ama il calore della convivialità che si spande sempre sotto il berceau di vite canadese, c’è la possibilità di gustare una cena a prezzo modico. Le lunghe sere d’estate diventano così occasioni diverse e gradevoli per stare insieme».

Per maggiori informazioni sugli appuntamenti dell’ottava edizione della “Letture amene sotto il berceau” è possibile consultare il programma completo sul sito www.cooperativacittaalta.it.

Cannes: debutto tra Gatzby, Di Caprio e jazz

Dopo ore di lavoro frenetico per sistemare gli ultimi dettagli, tutto pronto al Palais du ...

Cannes: con Martin Scorsese il dramma è storico

Martin Scorsese Martin Scorsese sta per giungere a Cannes come ospite del festival del Cinema, non per ...