iscrizionenewslettergif
Politica

Grillo: in un altro paese Berlusconi sarebbe in carcere

Di Redazione9 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Beppe Grillo

Beppe Grillo

ROMA — “In un qualsiasi Paese democratico Berlusconi sarebbe in carcere o allontanato da ogni carica pubblica, da noi è l’ago della bilancia del Governo”. Lo ha detto quest’oggi Beppe Grillo a colloquio con i parlamentari del Movimento 5 Stelle a Montecitorio.

“Il Movimento 5 Stelle chiederà la ineleggibilità in Parlamento di Silvio Berlusconi per l’applicazione della legge del 1957 per cui i titolari di una concessione pubblica e i rappresentanti legali di una società che fa affari con lo Stato non possono essere eletti e per la condanna di ieri in merito all’interdizione a pubblici uffici”, ha detto Beppe Grillo commentando l’esito del processo Mediaset che ha condannato, fra l’altro, il Cavaliere a 5 anni d’interdizione dai pubblici uffici.

“Vedremo chi voterà l’ineleggibilità – è la sfida che il leader del M5S lancia al Pd – Mi mangio un cappello se sarà votata dal pdmenoelle. La condanna confermata in appello a quattro anni per frode fiscale per i diritti tv per le reti Mediaset, corredata da cinque anni di interdizione dai pubblici uffici e tre anni dagli uffici direttivi avrebbe incenerito qualunque politico inglese, tedesco o statunitense. Da noi questo tizio passa da statista. Fa dichiarazioni. Si propone come Padre della Patria”, ironizza ancora Grillo.

“Corre voce – aggiunge – che Berlusconi potrebbe essere eletto senatore a vita. La soluzione di ogni suo problema. Un cerino in un pagliaio”. Il leader del Pdl, sostiene Grillo, è “un parassita che se estratto dallo stomaco della nazione, come Alien, la farebbe morire”.

Giovane Italia (Pdl): Facchinetti coordinatore dei Treviglio

Daniel Facchinetti, coordinatore Giovane Italia Treviglio TREVIGLIO -- Daniel Facchinetti è il nuovo coordinatore della Giovane Italia, movimento giovanile del Pdl, ...

Renzi: non mi candido all’assemblea Pd

matteo renzi, assemblea, pd FIRENZE -- Matteo Renzi si chiama fuori e attende un giro. Il sindaco parteciperà sabato ...