iscrizionenewslettergif
Bergamo

Legambiente: l’area di Riuniti ritorni alla città

Di Redazione8 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
area, riuniti, bergamo, ospedale

L’area degli ex Ospedali Riuniti di Bergamo

BERGAMO — “La notizia della mancata partecipazione all’asta degli Ospedali Riuniti da parte degli imprenditori suona un po’ come una pietra tombale su una vicenda che è stata mal gestita”. E’ l’opinione del presidente di Legambiente Bergamo Nicola Cremaschi.

“Ci pare evidente che non è possibile pensare ad un ulteriore asta al ribasso, che non è possibile continuare testardamente in un percorso che non sta portando nessun frutto e che vede la contrarietà dei cittadini” continua Cremaschi.

“Ci aspettiamo che adesso la Regione faccia inversione di marcia, aprendo un tavolo di confronto con il Comune, la Provincia e con i cittadini: comitati, associazioni, rappresentanze di categoria”.

“L’area dei Riuniti può diventare un tavolo su cui progettare, non solo un salvadanaio da cui sperare di attingere (sempre meno) soldi. Non ha senso iniziare un nuovo balletto per inventarsi nuove formule: vendiamo a lotti, a strisce, a losanghe: è necessario formulare un’idea nuova. È ora che la parola torni in mano alla città. Negli anni passati i cittadini hanno dimostrato di avere competenze e capacità di proposta. È ora che i rappresentanti nelle istituzioni si fermino ad ascoltarli” conclude il presidente di Legambiente Bergamo.

L’asta per gli ex Riuniti va di nuovo deserta

asta ospedale bergamo, largo barozzi BERGAMO -- E' andata nuovamente deserta l'asta per l'area degli ex Ospedali Riuniti di Bergamo ...

Bergamo, niente ripresa: produzione industriale a picco

camera commercio bergamo BERGAMO -- Doccia fredda sull'economia bergamasca. "Nei primi tre mesi del nuovo anno si spegne ...