iscrizionenewslettergif
Economia

Draghi spinge per riforme e meno tasse

Di Redazione7 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
mario draghi, bce

Il presidente della Bce Mario Draghi

ROMA — “Riduzione della spesa pubblica e delle tasse”. E’ questa secondo il presidente della Bce Mario Draghi la via per mitigare gli effetti della recessione e risanare i conti dello Stato.

Intervenuto ieri alla Luiss, dove gli è stata assegnata una laurea honoris causa, il numero uno della Banca centrale europea ha detto che in Europa “la tassazione é già elevata in qualunque confronto internazionale”.

“La Bce è pronta ad agire ancora se necessario” dopo il taglio dei tassi dei giorni scorsi allo 0,5 per cento.

Per aiutare il credito alle Pmi “efficaci potrebbero essere anche interventi nazionali con la partecipazione di governi, banche pubbliche e agenzie di sviluppo” ha continuato Draghi.

Il presidente della Bce lancia l’allarme sulla disoccupazione in alcuni paesi europei “specie quella giovanile che ha raggiunto livelli che rischiano di innescare forme di protesta estreme e distruttive”. Per Draghi occorre “una crescita duratura” per ridurre la disoccupazione.

Bce, Draghi abbassa i tassi allo 0,5: minimo storico

mario draghi, bce, tassi BRATISLAVA, Slovacchia -- Mossa della Banca centrale europea (Bce) che ha deciso di portare i ...

Confapi Industria: no a sgravi energia solo per i grandi

paolo galassi, confapi industria MILANO -- Un nuovo possibile aggravio sulla fattura elettrica si potrebbe profilare all’orizzonte delle piccole ...